Politica Lecce Puglia sette 

Proposta di legge in Regione: «Riconoscere informatore scientifico come operatore sanitario»

La proposta di legge, presentata dal consigliere regionale Antonio Gabellone, anche ai fini della somministrazione ai vaccini

Riconoscere istituzionalmente la figura dell’informatore scientifico farmaceutico come operatore sanitario: è questo il nocciolo della proposta di legge, presentata dal consigliere regionale ed ex presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone, in Regione.

Si tratta di un’iniziativa che punta ad individuare nel profilo dell’informatore scientifico farmaceutico l’interlocutore in eventuali tavoli tecnici regionali per arrivare a provvedimenti che possano avere ripercussioni sulla categoria professionale.

Per Gabellone, “la proposta di legge presentata al Consiglio Regionale – dichiara - si pone l'obiettivo di operare il riconoscimento istituzionale della figura dell'Informatore scientifico farmaceutico, quale operatore sanitario, nonché di individuare in detta figura l'interlocutore essenziale per la partecipazione dello stesso ad eventuali tavoli tecnici regionali che sanciscano provvedimenti, di vario tipo, aventi ripercussioni sulla categoria professionale oggetto di attenzione politica”.

“L'auspicato riconoscimento istituzionale – prosegue Gabellone -, oltre a restituire la giusta dignità professionale all'informatore scientifico del farmaco rappresenta un presupposto essenziale per essere sottoposti con priorità alla somministrazione del vaccino anti-covid 19, alla stregua di tutti gli altri operatori sanitari pugliesi”.

Per questo motivo, il consigliere regionale torna a sollecitare, anche a mezzo stampa, l'immediata convocazione del consiglio regionale per discutere l'approvazione della proposta di legge che, oltre, “ad assumere – chiarisce Gabellone - una portata innovativa circa ruolo e le funzioni dell'informatore scientifico farmaceutico, riveste indubbiamente carattere prioritario nella lotta contro il coronavirus”. 

Potrebbeinteressarti