Politica Lecce 

Pescatori italiani trattenuti in Libia, la solidarietà dal consiglio comunale di Lecce

Su proposta dei consiglieri del centrodestra approvata all’unanimità la mozione di solidarietà per sollecitare le autorità preposte a un intervento immediato in favore dei pescatori

Il consiglio comunale di Lecce esprime solidarietà e vicinanza ai pescatori italiani sequestrati e trattenuti in Libia: passa all’unanimità la mozione di “Piena solidarietà ai pescatori italiani sequestrati e trattenuti in Libia”, presentata dal capogruppo di Fratelli d’Italia Roberto Anguilla Giordano e firmata da tutti i consiglieri di centrodestra.

La mozione prevede l’impegno del consiglio comunale ad esprimere solidarietà alle famiglie dei pescatori, sollecitando altresì il governo e le autorità preposte ad un intervento immediato affinché siano riportati a casa al più presto.

“In tutta Italia - si legge nel comunicato dell'associazione culturale "Scirocco" – “molti amministratori locali stanno chiedendo al governo di intervenire per riportare a casa i diciotto pescatori rapiti da oltre un mese in Libia. In particolare, la marina militare del generale Haftar, più di un mese fa, ha sequestrato e tradotto a Bengasi due pescherecci di Mazara del Vallo, con sedici pescatori a bordo, mentre altre due imbarcazioni sono riuscite a fuggire, senza riuscire ad evitare però il sequestro del primo ufficiale e del comandante”.

 “Con questo appello vogliamo innanzitutto riaccendere i riflettori su questa vicenda, ma anche sollecitare il governo ad ogni intervento possibile, che sia proteso a riportare finalmente i diciotto pescatori a casa dalle loro famiglie”. 

Potrebbeinteressarti