Politica Lecce 

Lecce, approvato studio per progetto di riqualificazione dell’immobile di via Indino

La giunta comunale ha approvato lo studio di fattibilità con cui partecipare all’avviso pubblico del “Programma dell’Abitare Sostenibile e Solidale” della Regione Puglia

La Giunta comunale ha approvato oggi lo studio di fattibilità per la riqualificazione energetica dell’immobile comunale di ERP di via Pietro Indino 26, con il quale il Comune di Lecce parteciperà all’avviso pubblico emanato dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma dell’Abitare Sostenibile e Solidale”. L’avviso prevede gli interventi per il recupero e per la manutenzione straordinaria di alloggi e di immobili.

L’amministrazione comunale candida l’immobile di via Indino considerate le segnalazioni giunte dagli assegnatari relative sia all'accessibilità al fabbricato da parte di persone con difficoltà motorie, sia alle problematiche di condensa dei paramenti murari risalenti agli anni ’50 e dunque non coibentati.

Il progetto, del valore di circa 657 mila euro, prevede i seguenti interventi: la realizzazione di un ascensore esterno; il recupero energetico del fabbricato mediante intonaco a cappotto, rifacimento e coibentazione della copertura solare, sostituzione della centrale termica e del relativo impianto elettrico; la realizzazione di sistemi di controllo smart sulla gestione del calore e la realizzazione due punti di ricarica per veicoli elettrici.

“Con questo progetto - dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci -  intendiamo provvedere all’efficientamento energetico di questo immobile che sappiamo essere in condizioni precarie e alla realizzazione di un ascensore esterno al fine di risolvere il problema degli assegnatari che hanno difficoltà a muoversi e che non possono di certo restare prigionieri nelle proprie case. Ci auguriamo che il progetto possa essere finanziato dalla Regione Puglia così da poter garantire delle condizioni di vita migliori a tutti coloro che vi abitano”.

 

Potrebbeinteressarti