Politica Lecce 

Monopattini, Giordano Anguilla: «Servono regole chiare per la sicurezza, il Comune intervenga»

Il capogruppo di Fratelli d'Italia a Palazzo Carafa richiama la Giunta ad approvare regolamenti più strimgenti per evitare rischi

Monopattini elettrici, «serve rispetto delle regole e tutela della pubblica sicurezza». Lo scrive Roberto Giordano Anguilla , capogruppo FdI al Comune di Lecce che ieri mattina nel corso del consiglio comunale ha presentato una domanda di attualità sull'argomento.

«È di queste ore una proposta da parte del comune di Genova che invita ANCI a rivedere alcuni aspetti normativi circa l'utilizzo del monopattino. Viene proposto di dotare gli stessi di apposita targa e di obbligare all'utilizzo del casco – scrive – per questo motivo abbiamo riacceso dei fari sull'iter amministrativo del governo Salvemini circa l'uso di questo mezzo di trasporto. Secondo il decreto-legge del 30 dicembre 2019 numero 162 i servizi di noleggio dei monopattini a propulsione prevalentemente elettrica possono essere attivati solo con apposita delibera della giunta comunale, nella quale devono essere previsti, oltre al numero delle licenze attivabili e al numero massimo di dispositivi messi in circolazione anche l'obbligo di copertura assicurativa per lo svolgimento del servizio stesso, le modalità di sosta consentite per i dispositivi interessati e le eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree della città».

«Alla luce di quanto evidenziato dalla legge abbiamo rimarcato- scrive Giordano Anguilla - che l'unica delibera agli atti per il Comune di Lecce è la n. 73 del marzo 2020 che parla di indirizzi per un avviso pubblico o per una ricerca di operatori per il noleggio. Dunque, in assenza della stessa, non è chiarita la polizza assicurativa e non sono specificate le regole per un corretto utilizzo del mezzo.

Considerando, infine, che l'età media di utilizzo dei monopattini è bassa e questo strumento è ormai fortemente presente nel traffico urbano, corre l'obbligo di un immediato richiamo ad un atto di estrema responsabilità, a tutela della sicurezza e del rispetto delle regole in ogni campo nell'utilizzo di questo mezzo. Temi, quello della sicurezza e quello del rispetto delle regole, a nostro avviso completamente dimenticati da questa Amministrazione. Prova ne è il fatto che in molti usano il monopattino senza casco, spesso in due, molto spesso contro mano o in zone non consentite dal regolamento stradale.
Non vorremmo che si dovesse consumare l'ennesima tragedia prima di correre ai ripari: per una volta proviamo a prevenirle».

Potrebbeinteressarti