Politica Melpignano 

Veleni a Melpignano, Valentina Avantaggiato vince per tre voti

Ivan Stomeo lascia dopo 10 anni. Il movimento “Melpignano civica” presenterà un ricorso

Il Pd ritrova la sua continuità a Melpignano. L’espressione del circolo locale, Valentina Avantaggiato ha vinto le elezioni nel paese che fu guidato, decenni or sono, da suo padre. Lo sconfitto è Ivan Stomeo, intenzionato a concludere un terzo mandato, la cui corsa è stata stoppata per soli tre voti. È la naturale conclusione di una campagna elettorale al veleno, durata mesi, in cui contrapposizioni e scintille l’hanno fatta da padrone, anche in tempi di covid-19. Avantaggiato, sfiduciata dal sindaco Stomeo dopo la decisione di scendere in campo dovrà fare in conti con la decisione del suo avversario di presentare un ricorso vista la forbice esigua della vittoria.

Salvatore Specchia, capo politico di “Melpignano Civica” non ci sta: “Non riconosciamo il voto amministrativo. Procederemo in tutte le sedi opportune in maniera collettiva perché vengano accertati i fatti che hanno influenzato il voto come i posti di lavoro caduti a pioggia negli ultimi mesi su questa comunità, oltre alle tante promesse che non vedranno la luce. Tutto questo ha danneggiato in maniera inesorabile la storia di questa comunità”.

Avantaggiato punta a ricucire e a pacificare gli animi: “È una vittoria che ci deve impegnare a tenere tutti insieme e a lavorare per una Melpignano unita e armoniosa, per una comunità senza divisioni e fazioni ma che sia capace di abbracciare tutti, senza distinzioni. Dobbiamo ricercare la bellezza in ogni azione amministrativa, dall’urbanistica ai servizi sociali. Rilanciare una politica della “cura”. Costruire un paese a “dimensione umana”, solidale, a misura di “donna” e all’avanguardia in termini di servizi per tutti, per tutte le fasce generazionali: bambini, giovani e anziani”. Il consiglio sara composto da Antonio Palma, Matteo Turco, Maria Cristina Schirinzi, Eleonora Gaetani, Elisa De Giorgi, Claudia Casarano, Giuseppe Gaetani. Per la minoranza Ivan Stomeo, Luigi Montinaro e Antonio Sicuro.

 

Potrebbeinteressarti