Politica Lecce Puglia sette 

Leo Piccinno e il piano di Recovery Salento

Le parole del candidato in corsa nella lista Emiliano Sindaco di Puglia

“Mi viene chiesto ogni giorno perché non rispondo alle provocazioni e alle accuse che mi vengono mosse, a seguito della mia candidatura. Puntualmente rispondo che non ho tempo per le polemiche! Mancano pochi giorni alle elezioni e tutto ciò di cui voglio parlare è il futuro del Salento”. Dichiara questo Leo Piccinno in corsa nella lista Emiliano Sindaco di Puglia.

“Abbiamo studiato per tempo il piano che abbiamo chiamato "Recovery Salento", per avere certezze da proporre in questa campagna elettorale. Ogni punto del nostro programma è realizzabile”.

Nel percorso che stiamo tracciando segniamo con la massima soddisfazione 3 punti importantissimi: il primo è che nel programma del Presidente Emiliano è stato previsto l'utilizzo di parte del Recovery Fund per la rigenerazione agricola e ambientale del Salento. Il secondo punto è che tutta la coalizione ha ritenuto valida la nostra proposta di stanziare 1 miliardo di euro per costruire le infrastrutture materiali e immateriali necessarie allo scopo. Anche Provenzano, il Ministro del Sud in visita nel Salento, ha accettato e condiviso questo impegno. Infine, il Presidente della Regione ha ribadito questo impegno durante l'assemblea degli amministratori del centro sinistra della Provincia di Lecce”.

“Siamo stati i primi a individuare questo percorso amministrativo e finanziario – conclude - per il Salento che ha urgente necessità di rigenerazione ambientale e agricola. Lo abbiamo fatto perché sappiamo come agire. Ne siamo orgogliosi. Portiamo avanti con entusiasmo la candidatura di comunità con il nostro motto ‘a nui tocca’”. 

Potrebbeinteressarti