Politica Lecce Puglia sette 

Turismo, ministro Boccia: «Con la destra settore era in crisi, ora la Puglia è un’eccellenza»

Tour elettorale del ministro per gli Affari regionali che sottolinea il lavoro del centrosinistra per le politiche del turismo

“Il Partito Democratico e il governo metteranno in campo una serie di investimenti senza precedenti per il Mezzogiorno e per i servizi turistici”. A garantirlo e confermare l'impegno, il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, che in mattinata a Lecce, in una delle tappe del suo tour elettorale in Salento, ha incontrato numerosi operatori turistici, insieme alla candidata del PD al consiglio regionale e assessore al Turismo della Regione Puglia, Loredana Capone.

“La Puglia in questi anni - ha dichiarato il Ministro Boccia - ha dimostrato che si può diventare un’eccellenza in Italia e, addirittura, competere con le principali mete turistiche del Mondo. Prima dell’emergenza Covid-19, la Puglia nell’ultima legislatura con oltre 15,5 milioni di presenze, 1,2 milioni di arrivi dall’estero e quasi 4 milioni di pernottamenti internazionali era diventata, rispetto all’era della destra, un’altra regione, da Cenerentola a regina del turismo italiano”.

“Ruolo che tutti oggi le riconoscono. Anche dopo il Covid, incredibilmente ed è sotto gli occhi di tutti - ha continuato il Ministro - tutta Italia si è riversata in Puglia e non solo sono stati toccati numeri record che non sono ancora finiti, dal momento che le aziende sono tutte al lavoro, ma l’efficienza della rete sanitaria ha garantito sicurezza. E questo merito è di Emiliano. In Puglia, in termini di contagi, non è successo quello che è accaduto in altre regioni a vocazione turistica. Destagionalizzazione, internazionalizzazione e turismo sostenibile sono stati il mix vincente dello stesso Salento che da solo, con oltre 2 miliardi di euro, incide per il 33% del valore regionale. Questi - ha concluso - sono fatti che cancellano la propaganda di Salvini e Meloni”. 

Potrebbeinteressarti