Politica Racale Puglia sette 

Da sindaco di Racale all'amministrazione regionale, Metallo: «I giovani riscoprono la politica»

L’ex primo cittadino ha in mente temi precisi ai quali fare riferimento per la prossima consiliatura: ambiente, scuola, cultura, innovazione sociale, turismo, diritti lgbt, accoglienza.

Donato Metallo, candidato al consiglio regionale con Michele Emiliano nella lista del Partito Democratico, non ha dubbi: la sua candidatura si porta dietro un significato importante per più di una generazione.

Molti i giovani salentini che, sia dentro che fuori dai partiti, stanno convogliando su Metallo il proprio interesse e il proprio sostegno: «Non è solo un fatto anagrafico -spiega Metallo- perché credo che alla base ci sia la voglia che i giovani hanno di essere ascoltati. Più di una volta mi sento dire che non percepiscono un vero interesse della politica nei loro confronti; con me trovano un ascolto sincero, senza filtri».

A fare da attrattore per giovani donne e uomini sono anche i temi che hanno caratterizzato l’amministrazione Metallo durante la sua esperienza da giovane sindaco, capace di portare Racale che ha portato tra i Comuni virtuosi d’Italia: ambiente in primis, ma anche scuola, cultura, innovazione sociale, turismo, diritti lgbt, accoglienza.

Racale è passata infatti dal 12 all’80% di raccolta differenziata: «Non solo. Abbiamo realizzato una Biblioteca Comunale interattiva, dato spazio a un Coworking, aperto una Scuola di Teatro comunale, realizzato chilometri di pista ciclabile nella marina di Torre Suda, organizzato il pranzo a colori per cittadini di ogni nazione, promosso il Festival della Follia. È cambiato il volto di una comunità».

 

Potrebbeinteressarti