Politica Lecce Puglia sette 

Da Emiliano un messaggio copincollato, Guido: «Non le risposte che aspettavo ma un cuoricino rosso»

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Andrea Guido, svela il contenuto di un messaggio copincollato uguale per tutti, che il presidente Michele Emiliano ha mandato a molti amministratori pugliesi, tra cui lui

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Andrea Guido, svela il contenuto di un messaggio copincollato uguale per tutti, che il presidente Michele Emiliano ha mandato a molti amministratori pugliesi, tra cui lui. 

«Il giorno della Domenica delle Palme il Presidente Michele Emiliano mi invia questo messaggio - Come stai? Come vanno le cose? Aspetto tue notizie. Io sono sempre qui. Michele?? - Ho pensato inizialmente fosse un modo gentile per poter avviare una conversazione e con l'occasione scambiarci gli auguri, come tra persone civili anche se di parti politiche avversarie. Poi però sono stato informato che il Presidente aveva mandato a tanti quel messaggio ed è stato imbarazzante. 

Caro Presidente , non solo Lei non è stato capace di dotare i cittadini pugliesi , in particolar modo il personale sanitario, dei necessari dispositivi di sicurezza; non solo sul DEA per colpa sua abbiamo consumato una pessima figura a livello nazionale e non mi ha fornito alcuna risposta nonostante le ripetute richieste che le ho personalmente indirizzato, costringendomi a fare un esposto alla Guardia di Finanza, ma si permette anche di dire, Lei a noi, di attendere nostre notizie con un messaggio che si scopre essere una palese presa in giro.

Caro Presidente, invece di impegnarsi per dare la possibilità di fare il test per l'immunità che potrebbe essere determinante per lo sviluppo economico e sociale pugliese , e non solo, delle prossime settimane, Lei ci fa questo ennesimo regalo di cattivo gusto. Come se il Suo assenteismo in consiglio regionale, o la Sua totale assenza di controllo di quanti dal nord sono venuti in Puglia, o ancora , proprio nella mia Lecce (grazie alla complicità avuta del duo da noi al governo Salvemini-Delli Noci) il fatto di aver concesso che Domenica 1-3-2020 Lecce Atalanta si giocasse a porte aperte, non fosse già stato abbastanza.

Potrei continuare ma mi limito a dire che per il bene dei pugliesi sarebbe il caso si dimettesse. C'è un limite a tutto e Lei lo ha già più volte superato».

Potrebbeinteressarti