Politica Puglia sette 

Covid-19, le misure regionali: esenzioni, proroghe, fondi per sanità ed imprese

Riunita, questa mattina, in videoconferenza, la Giunta regionale. Di seguito, in sintesi, i principali argomenti discussi ed approvati.

La Giunta ha disposto la proroga automatica fino al 30 settembre della validità dei codici di esenzione dal pagamento del ticket per motivi di reddito, rilasciati a seguito di autocertificazione resa nel corso del 2019, in scadenza al 31 marzo 2020.

La proroga si applica a: assistiti di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98€ (codice E01); disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E02); titolari di pensione sociale e loro familiari a carico (codice E03); titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E04); assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo complessivo fino a 18mila euro, incrementato di mille euro per ogni figlio a carico (codice E94); assistiti di età superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo, complessivo non superiore a 36.151,98 € (codice E95); assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo fino a 23mila euro, incrementato di 1.000,00 € per ogni figlio a carico (codice E96).

I codici E03 e E04 valgono per l’esenzione per viste ed esami specialistici e per l’acquisto di farmaci; I codici E01 e E02 valgono per l’esenzione per visite ed esami specialistici; I codici E94, E95 e E96 valgono per l’esenzione totale o parziale per l’acquisto di farmaci.

La proroga si è resa necessaria per evitare che i cittadini si debbano presentare negli uffici delle ASL per rendere l’autocertificazione nel caso non siano presenti negli elenchi degli esenti forniti annualmente dall’Agenzia delle Entrate per il tramite del sistema Tessera Sanitaria, evitando il rischio di sovraffollamenti che non consentono il rispetto della distanza di sicurezza prevista come misura di contrasto alla diffusione del Coronavirus. Non è pertanto necessario recarsi al distretto sociosanitario per il rinnovo dell'esenzione né per ottenere l'attestato di esenzione. I codici di esenzione sono gestiti in modalità telematica e sono disponibili in automatico ai medici in fase di prescrizione.

L’assistito è responsabile di un eventuale utilizzo improprio dell’attestazione di esenzione all’atto della prescrizione, qualora si siano modificate le condizioni in modo da determinare la perdita del diritto, ed è suscettibile dell’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa in materia di autocertificazione (artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i.). I cittadini che vogliono rendere comunque l’autocertificazione al fine di avere un attestato di esenzione valido fino al 31/3/2021 possono usare il servizio online disponibile accendendo al sistema TS. Per informazioni su tale servizio visitare il portale regionale della salute

In materia di Covid 19, la giunta ha approvato l’utilizzo off-label, ai sensi della L. 94/98, del medicinale Roactemra a base del principio attivo Tocilizumab fornito gratuitamente dalla Ditta farmaceutica ROCHE S.p.a. per il trattamento della polmonite da CORONAVIRUS – COVID 19. Individuazione dei Centri prescrittori ed utilizzatori. Ha demandato alla Commissione Tecnica Regionale Farmaci la definizione e l’approvazione, anche mediante il ricorso a riunioni da effettuarsi con modalità di video/teleconferenza di un protocollo scientifico per il corretto impiego off-label del farmaco Tocilizumab nei pazienti affetti da polmonite interstiziale da Covid 19, con l’individuazione dei criteri di inclusione/esclusione al trattamento e delle misure emergenziali da adottarsi, da parte dei Centri individuati che si occupando di gestire gli ammalati.  

La Giunta ha individuato inoltre tutti i presidi ospedalieri COVID-19, quali centri autorizzati alla prescrizione e somministrazione della terapia farmacologica off-label a base di Tocilizumab per il trattamento dei pazienti affetti da polmonite interstiziale da Covid 19 nelle unità operative di Pneumologia, Malattie Infettive e Terapia Intensiva; non ci sono oneri a carico del SSR dal momento che il medicinale sarà fornito gratuitamente dalla ditta farmaceutica Roche ai Centri autorizzati dalla regione alla prescrizione e somministrazione.

Ancora in materia di Covid, la Giunta ha approvato la programmazione di 10 mln di euro di fondi dal piano di azione e coesione, per azioni immediate di potenziamento delle attrezzature delle strutture sanitarie, al fine di fare fronte all'emergenza. Le risorse sono state iscritte con effetto immediato nell'ambito delle disponibilità della Protezione civile.

Per ciò che attiene l’aspetto della competitività delle imprese, l’Esecutivo pugliese  ha poi stanziato, implementando così la dotazione finanziaria  in materia  di  Aiuti alle Imprese, ulteriori 36.2 milioni di euro  per gli Avvisi pubblici TITOLO II CAPO III – “Aiuti agli investimenti delle piccole e medie imprese” e Titolo II Capo VI, dell’importo nell’ esercizio finanziario 2020.

Potrebbeinteressarti