Politica Otranto 

Otranto, il bis di Cariddi in continuità con il precedente mandato

A pochi giorni dalla riconferma a Sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi pensa ai progetti per la sua città, in continuità con il suo mandato

A pochi giorni dalla riconferma a Sindaco di Otranto, Pierpaolo Caridddi pensa ai progetti per la sua città, in continuità con il suo mandato. Fra i punti principali l'ottimizzazione dei finanziamenti CIS per la riqualificazione urbana con un occhio particolare per la valorizzazione della periferia. Inoltre il potenziamento della edilizia scolastica attraverso i fondi del PNRR. Uno sguardo particolare va alla stagione turistica che sta entrando nel vivo e quest'anno, sperando di lasciarsi alle spalle il periodo pandemico, si contano importanti presenze di visitatori per la Città dei Martiri. Il sindaco Caridddi ha poi evidenziato la propria contrarietà, assieme a tutti i sindaci della fascia Otranto-Leuca alla costruzione del parco eolico in mare che colpisce la bellezza del nostro territorio.
Continuiamo a lavorare con i progetti messi in campo. Siamo già a inizio estate e dobbiamo metterci subito all'opera, gestendo le criticità legate alla stagione turistica, programmando servizi e riorganizzando gli eventi più importanti. Da settembre poi riprenderemo a lavorare sulle progettazioni che riqualificano e rigenerano parte della nostra città, attendendo risposte sui finanziamenti con i quali intendiamo procedere a rigenerare il sistema
costiero. Prima della campagna elettorale abbiamo avviato una serie di progettazioni per candidarci al PNRR, nel sistema scolastico e nella rigenerazione urbana - dice il Sindaco Cariddi - Un programma per i prossimi cinque anni che poggia sulle attività del primo mandato, nonostante le limitazioni comunque poste dalla pandemia, per completare un percorso che ci consegnerà una Otranto pronta, in tutti i campi, per affrontare il futuro. La visione di città delineata ha come obiettivo quello di leggere e guidare l'evoluzione di una comunità che vuole progredire, senza mai lasciare qualcuno indietro, preservando però sempre quei valori assoluti ambientali e culturali che rappresentano la vera identità della nostra terra.
Servizio di Adriana Greco

Potrebbeinteressarti