Calcio Otranto 

Asd De Cagna 2010 Otranto, si lavora a ritmi serrati. Parla il presidente Mazzeo

In casa Asd De Cagna 2010 Otranto si lavora a ritmi serrati.

Con l’avvio della stagione agonistica di Eccellenza pugliese alle porte, la società idruntina è impegnata su più fronti: se sul campo i calciatori faticano agli ordini di mister Andrea Manco e del suo staff, i dirigenti sono impegnati a completare la rosa da mettere a disposizione dell’allenatore e a risolvere tutte le questioni burocratiche e logistiche che ruotano attorno alla parte sportiva.

«C’era voglia di ripartire – sottolinea il massimo dirigente del De Cagna 2010 Otranto, Giovanni Mazzeo – dopo l’amara conclusione dello scorso campionato. La speranza è che l’annata cominci, continui e si completi per come è stata programmata e nonostante le difficoltà che pure ancora sono legate alla pandemia da Covid- 19». Dalle parole del presidente traspare l’amarezza per quanto accaduto soltanto poche settimane fa: «Avevamo allestito una compagine competitiva che, alla ripresa primaverile dopo il lungo stop per la pandemia, ha volato e chiuso con merito la stagione regolare al primo posto. Poi un regolamento forse non giusto sino in fondo ci ha tenuti lontano dal sogno serie D. L’auspicio è che la stagione corra via in maniera regolare con un programma completo di andata e ritorno».

La volontà del De Cagna 2010 Otranto è quella di continuare sulla falsa riga dell’ultima stagione. «L’impegno di tutti è volto a continuare a essere competitivi. Dopo un ottimo primo anno di rodaggio post fusione tra Otranto Fc e De Cagna Scorrano, la dirigenza, di assoluta fiducia e collaborazione il rapporto con i vice Giuseppe De Cagna e Christian Russo, è impegnata a migliorare il livello generale della società con l’ingresso – puntualizza Giovanni Mazzeo – di nuove e riconosciute professionalità. Vogliamo essere protagonisti».

Tra conferme e qualche nuovo arrivo già siglato nero su bianco, la rosa di calciatori si completerà nei prossimi giorni. Riguardo al mercato biancazzurro, Mazzeo è chiaro: «La pandemia ha sconvolto le modalità del calciomercato, così il De Cagna 2010 ha dovuto rimodulare il proprio modo di agire che, fino all’anno scorso, puntava sull’ingaggio di calciatori locali. Abbiamo confermato il nucleo storico e molti under cercati da società di categoria superiore, dispiace per gli addii di Sergio Schiavone, fermato dai guai fisici, Claudenzio Schirinzi, Alessandro Capone e Matteo Nacci per sopravvenuti impegni lavorativi. Un saluto particolare, inoltre, ad Alessandro Villani che nei molti anni di permanenza idruntina ha dato tanto sul campo e come persone. A lui, l’augurio delle migliori fortune professionali e personali. Ma – le parole convinte del presidente Mazzeo - il direttore sportivo Fabrizio Russo e il direttore generale Luca Leucci sono al lavoro per individuare i profili utili a elevare il livello tecnico e di qualità umana del gruppo».

Nelle prossime settimane, intanto, inizieranno i lavori di riqualificazione del «Pasquale Nachira», la casa del De Cagna 2010 Otranto. Interventi che miglioreranno la struttura in maniera sostanziale, ma che costringerà la truppa di mister Manco a emigrare per qualche tempo. «Presto avremo un impianto che sarà un gioiellino – conclude Giovanni Mazzeo – e nell’attesa dovremo fare dei sacrifici. Stiamo vagliando alcune opportunità, sceglieremo con cura il luogo dove allenarci e disputare le prime gare casalinghe della stagione».

Fonte: Area comunicazione 

Potrebbeinteressarti


US Lecce, presentato l'AD Mencucci

Il presidente Saverio Sticchi Damiani ha presentato ufficialmente stamattina il dirigente ex Fiorentina che diventerà il nuovo amministratore delegato del club giallorosso.