Cronaca Otranto 

Prima le sportellate, poi con una scopa contro agenti e carabinieri: in carcere 31enne

L'episodio è accaduto nella serata di ieri a Otranto in via Primaldo: l'arrestato è recidivo

Nella serata di ieri, intorno alle ore 19,20 circa, personale della Squadra Volante del Commissariato, insieme ai carabinieri della locale stazione, hanno arrestato a Otranto Gianfranco Spinale, 31enne pluripregiudicato, originario di Catania e residente nel paese salentino, per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, con patente ritirata e per non essersi fermato all’“alt” delle forze dell’ordine.

In particolare il giovane, scorrazzando a forte velocità per le strade di Otranto a bordo di uno scooter, intorno alle 19, percorreva via Primaldo in controsenso, senza fermarsi al controllo dei carabinieri che gli avevano intimato l’“alt”.

Inseguito dai militari, il 31enne ha tentato di nascondere lo scooter nei pressi della propria abitazione. Una volta raggiunto, si è scagliato contro la vettura dell’Arma, tentando persino, a un certo punto, di entrare all’interno. Ha, quindi, colpito violentemente con una sportellata uno dei militari dandosi alla fuga e raggiungendo nuovamente a piedi Via Primaldo.

A quel punto, in aiuto dei carabinieri sono sopraggiunti gli agenti del Commissariato per tentare di acciuffare il 31enneche, nel frattempo, aveva impugnato una scopa in legno, presa dall’esterno di un’attività commerciale, iniziando a brandirla contro le forze dell'ordine. A niente sono valsi i tentativi di farlo ragionare: il 31enne, diventato irascibile, ha iniziato a colpire ripetutamente i carabinieri e i poliziotti che si avvicinavano. Fino a quando, sfruttando un attimo di distrazione, quest'ultimi sono stati capaci di neutralizzarlo e immobilizzarlo.

Arrestato, il 31enne, dopo le formalità di rito, è stato trasferito ai domiciliari nella sua abitazione, così come disposto dal Pubblico Ministero. La condotta violenta del giovane ha comportato il ferimento di due militari intervenuti, come confermato all’ospedale di Scorrano: le ferite riportate, sono stati giudicate guaribili, rispettivamente in 10 e 5 giorni. Stessa sorte per un poliziotto che ha materialmente "placcato" il 31enne durante la colluttazione: è stato giudicato guaribile nel termine di 5 giorni.

Il 31enne in passato si era più volte reso responsabile di analoghe condotte.

Questa mattina, scortato dal personale dell’Arma dei carabinieri, il 31enne è stato condotto presso la II Sezione penale del Tribunale di Lecce per l’udienza di convalida dell’arresto.

Potrebbeinteressarti