Cronaca Otranto 

Porto turistico, nuovo capitolo: Condotte conferma il progetto e vuole iniziare i lavori

Condotte d’acqua si dice pronta a rilanciare sul porto turistico di Otranto e a cominciare i lavori di realizzazione. Nuovo capitolo di una vicenda lunga e piena di vicissitudini

Condotte d’acqua si dice pronta a rilanciare sul porto turistico di Otranto e a cominciare i lavori di realizzazione: nuovo capitolo della lunga e tortuosa vicenda legata all’infrastruttura nella città dei Martiri. Nella V Commissione richiesta dal consigliere regionale Fabiano Amati in videoconferenza, l’azienda ha confermato l’interesse alla realizzazione del nuovo porto di Otranto, dichiarando di essere pronta a cominciare i lavori.

Basterà, dunque, il nuovo impegno assunto dalla società? Secondo le parti serve un ultimo atto, la certificazione per i lavori pubblici (la SOA) per poter ottenere la concessione, ma va anche detto che il progetto in generale e quello di Condotte nello specifico ha vissuto così tanti annunci, rinvii, abbandoni, rilanci negli ultimi anni che appare difficile credere che non si dovrà fare più i conti con le lungaggini burocratiche e altre vicissitudini.

La struttura commissariale di Condotte d’Acqua, con tre rappresentanti collegati in videoconferenza, ha voluto assicurare di trasmettere alla Regione l’atto di avvalimento con Fincantieri, l’ultimo documento mancante per procedere alla sottoscrizione della concessione per poi avviare la cantierizzazione dei lavori che dovranno concludersi nei successivi 36 mesi. L’impegno richiesto è quello di definire un cronoprogramma che porti in tempi brevi alla cantierizzazione.

Soddisfatto il sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi: “Ringrazio il consigliere Amati che si è personalmente interessato alla vicenda del Marina di Otranto. Dalla riunione è emerso che Condotte Spa ha tutta la volontà di ottenere la concessione e di procedere con l’opera. È stata importante anche la grande disponibilità del settore Demanio della Regione Puglia, il quale ha garantito che non tarderà ad adempiere a tutte le necessarie autorizzazioni. Stasera scadono i termini per l’acquisto del Ramo Core in cui Otranto (ramo mare) è il progetto più importante. Il tutto indica la cantierizzazione imminente di un progetto strategico, un traguardo a lungo cercato per lo sviluppo dell’intero Salento”. 


Potrebbeinteressarti