Cronaca Otranto 

Manifesti anticlericali all'ingresso della Basilica di Otranto: nei guai un 68enne

L'uomo aveva fatto stampare alcuni manifesti con espressi insulti contro la chiesa cattolica

Manifesti contro la chiesa cattolica affissi all'ingresso della Basilica di Otranto. È stato individuato e denunciato dalla polizia di Stato l'autore degli insulti anticlericali.

Nella mattinata del 10 giugno gli agenti del commissariato di polizia di Otranto rilevavano la presenza di due manifesti di uguali dimensioni e contenuto, affissi il primo al lato sinistro del portone d’ingresso della cattedrale e l’altro sul lato destro della porta d’ingresso del seminario.

Oltre a frasi  farneticanti, su di essi si leggevano accuse e minacce nei confronti della Chiesa cattolica. Dopo gli accertamenti di rito, gli stampati venivano rimossi e sequestrati dal personale del Commissariato. A seguito della denuncia sporta dal parroco, l’ufficio di Polizia ha interessato la Digos per concorrere all’identificazione del responsabile.

Dalle indagini e in seguito a un appostamento effettuato dagli uomini della Digos veniva individuato S.S., un 68enne di Copertino, già noto per episodi analoghi.

L'uomo è stato denunciato per i reati di “offese a una confessione religiosa mediante vilipendio di persone” e “offese a una confessione religiosa mediante vilipendio o danneggiamento di cose”  e “stampa clandestina”.

Potrebbeinteressarti