Turismo Castro Melendugno Otranto Salve 

La Bandiera Blu torna a sventolare nelle marine di Melendugno, nel Salento sono quattro

Il riconoscimento Fee quest'anno è andato a 195 località in Italia.

Torna a sventolare la Bandiera Blu della Fee anche sulle marine di Melendugno. Roca, San Foca, Torre dell'Orso e Sant'Andrea ritornano nell'elenco delle località con le acque più pulite d'Italia dopo aver perso il riconoscimento l'anno scorso. Confermata la bandiera blu anche per Castro, Salve e Otranto.

Le Bandiere Blu sono attribuite ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l'educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. Rispetto al 2020 le località premiate sono 12 in più rispetto ai 183 dell'anno scorso. I nuovi ingressi sono 12 e in Puglia, oltre al ritorno di Melendugno, si registra anche quello delle Isole Tremiti. 

Esprime soddisfazione uno dei primi cittadini premiati, il sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi: «Continuiamo a confermare questo prestigioso riconoscimento che premia un lavoro costante per mantenere e migliorare sempre più la qualità del nostro territorio in termini di servizi offerti e di tutela del patrimonio culturale, storico, artistico, stratificato dopo secoli e secoli di storia. Sono sempre di più gli interventi e i nostri progetti che mirano a una fruizione dei contesti al rispetto dei valori ambientali. Continueremo su questa strada che certamente riconosce l’impegno della nostra comunità».

Non nasconde l’entusiasmo anche l’amministrazione di Castro.

«Un riconoscimento – spiega il sindaco Luigi Fersini - che arriva in un periodo molto difficile per i Comuni a vocazione turistica e per il settore turistico e il suo indotto, a causa delle misure restrittive legate all’emergenza sanitaria da Coronavirus. Grazie al lavoro costante e prezioso anche in questi difficili mesi, durante i quali non abbiamo potuto prenderci il lusso di dimenticare alcuna fra le esigenze e le aspettative dei Cittadini, Castro conferma la sua Bandiera Blu. La città è orgogliosa e pronta ad accogliere quanti le vogliono bene”.

«Anche quest'anno – spiega Alberto Antonio Capraro, vicesindaco e assessore al Turismo - abbiamo ottenuto questo importante riconoscimento, frutto di un lavoro sul campo, quotidiano e incessante. Risultati eccellenti sono stati raggiunti nel campo dei servizi e delle attività connesse ai requisiti richiesti da Fee, ogni anno sempre più esigente. Un'attività in piena sinergia tra amministrazione e comunità nel profondere il massimo sforzo e tutto l'amore possibile per tutelare e far crescere Castro. Issare la Bandiera Blu nel 2020 è un onore e un onore ancora più grande in questo momento storico drammatico per il turismo. C'è voglia di ripartire e di realizzare quanto è stato momentaneamente sospeso. Come ha sottolineato il Presidente Mazza, i comuni Bandiera Blu sono all'altezza delle sfide che ci impone la storia. Questo successo è dedicato agli operatori turistici e al loro futuro, con la consapevolezza che rappresenta un altro impulso al loro lavoro ed alla loro dedizione».

 

Potrebbeinteressarti