Cronaca Otranto 

Bimbo scivola nel canale degli Alimini, salvato in extremis

Il piccolo è sfuggito alla custodia del padre: entrambi hanno l’autorizzazione ad uscire di casa per motivi di salute

Una pattuglia delle Guardia Costiera di Otranto ha soccorso nel primo pomeriggio di oggi un bambino in procinto di annegare vicino al canale di sbocco dei laghi Alimini. L’allarme è scattato dopo la segnalazione al numero d’emergenza 1530: il bambino si era buttato in acqua dopo essere accidentalmente sfuggito al controllo del padre. È stata immediatamente attivata la catena di soccorso con l’invio in zona di una pattuglia via terra e l’allertamento della Motovedetta SAR, impossibilitata ad intervenire a causa della morfologia della zona caratterizzata da bassi fondali e presenza di scogli.

Giunti sul posto i militari hanno proceduto a trarre in salvo il bambino, particolarmente agitato e spaventato.

Il padre, esausto ed al limite delle forze, a causa del tentativo di mantenere in galleggiamento il figlio fino all’arrivo dei soccorsi, nonostante il mare agitato, è stato d’aiuto agli uomini della Guardia Costiera che con difficoltà sono riusciti a mettere in sicurezza il bambino ed a condurlo prima nei pressi dell’argine del canale e successivamente sulla spiaggia. Dopo il loro recupero e la messa in sicurezza, è stato accertato che il bambino è autorizzato dalla Asl, in deroga agli attuali obblighi di non uscire da casa, ad effettuare lunghe passeggiate, anche in auto, necessarie a garantire l’equilibrio psicofisico del minore.

Potrebbeinteressarti