Società Nardò 

A Boncuri una libreria per i braccianti

È stata allestita quest’anno la Libreria Mediterranea Multilingue, con testi in arabo e francese.

È stata allestita quest’anno presso la foresteria per lavoratori migranti di località Boncuri la Libreria Mediterranea Multilingue, un “book corner” a disposizione degli ospiti della struttura con decine di testi in lingua francese, araba o bilingue (italiano-arabo e italiano-francese), sia di produzione originale del mondo arabo, sia di produzione europea e tradotti in arabo o francese (lingua quest’ultima particolarmente diffusa nell’area magrebina e in generale nei paesi africani). Ci sono opere di Nechi, Rima, Merhej, Haidar, El Zein, Faghali, Parisi, Creanza e tanti altri.

Questo piccolo presidio di svago e cultura all’interno di un luogo simbolo dell’accoglienza come il campo di Boncuri è stato allestito dal Comune di Nardò con il supporto di Kutubiyat, società di servizi specializzata nel reperire libri in arabo per librerie, biblioteche e utenti privati. Si tratta di un’altra significativa novità nel quadro dei servizi offerti dalla foresteria, allestita nel 2017 dal Comune di Nardò e dalla Regione Puglia con moduli abitativi in grado di ospitare sino a trecento persone. Un’esperienza di accoglienza, tutela e supporto ai lavoratori migranti che è diventata “best practice” nell’ambito delle politiche di antimafia sociale e lotta al caporalato e che ha confermato la lunga tradizione di accoglienza della città di Nardò.

“A Boncuri – spiega l’assessora alla Cultura Giulia Puglia – costruiamo giorno dopo giorno il mosaico di una ospitalità sempre più dignitosa. Riteniamo un servizio “essenziale” anche questa piccola libreria a disposizione di braccianti cui spesso manca il conforto di un libro o di un momento di svago alla fine di giornate di lavoro solitamente durissime. Gli ospiti della foresteria hanno quotidianamente esigenze di tipo burocratico, lavorativo, logistico che tutto il sistema dell’accoglienza cerca di soddisfare, ma proviamo a rispondere anche a bisogni diversi”.

Un’altra esperienza molto positiva con i libri e la lettura è stata messa in piedi a Torre Squillace. Sfruttando la donazione da parte di un privato al Comune di una cinquantina di libri di vario genere, è stato offerto ai frequentatori della spiaggia un servizio di “prestito libri” da leggere durante le ore di permanenza. Una iniziativa organizzata con il fondamentale supporto dell’associazione di promozione sociale “Torre Squillace”.


Potrebbeinteressarti


Inaugurata la cassetta postale SOS antiviolenza della Uil Lecce

Mattinata ricca di emozioni con gli studenti dei licei “Banzi”, “Palmieri”, “De Giorgi” e dell’istituto tecnico “Deledda” che hanno dialogato con l’equipe della Polizia del Progetto Camper “Questo non è amore” e realizzato video e performance sui temi della violenza di genere e bullismo, con un sguardo alla condizione delle donne in Iran.