Politica Nardò 

Idrovolanti a Santa Maria al Bagno, polemiche dell'opposizione: «Anacronistico, privatizza il mare

Il capogruppo Pd contro il progetto inaugurato ieri

«800mila metri quadrati di mare, pari a 114 campi di calcio, saranno “off limits”. Non si potrà transitare con piccole imbarcazioni, né pescare, né praticare alcun sport acquatico. Circa 600 metri di specchio d’acqua saranno inibiti, anche, alla balneazione». Il capogruppo Pd dell'opposizione a Nardò polemizza sul progetto idroscalo per idrovolanti inaugurato ieri a Santa Maria al Bagno.

«A ciò si aggiunge la raccapricciante scelta del sito in cui è stato realizzato il terminal, in pieno Giardino della Memoria e dell'Accoglienza, inevitabilmente compromesso, oltre all’inquinamento acustico prodotto da questi “apparecchi” che ovunque, in Italia e nel Mondo, vengono bollati come uno strumento di mobilità anacronistico, costoso, fallimentare – continua - qui, invece, ieri ve lo hanno presentano come un’innovazione, condito da solite frasi propagandistiche ad effetto per coloro che non hanno il buon gusto di informarsi su ciò che viene appioppato al nostro territorio da una piccola casta mascherata da figli del popolo.  Ciò che sarà di questo sperpero di denaro è stato detto chiaramente durante un’intervista al “promotore” di questa robaccia, che ha affermato in modo chiaro come gli idrovolanti non saranno ad uso turistico, ma per non meglio specificate operazioni di “monitoraggio della costa».


Potrebbeinteressarti