Scuola Nardò 

Imparare, facendo e dolciando all’istituto professionale “Moccia” di Nardò

L’iniziativa ha inteso sviluppare l’integrazione dei ragazzi diversamente abili frequentanti la scuola, attraverso attività manuali di lavorazione del cioccolato.


L’istituto professionale “Moccia” di Nardò, (con indirizzi dei servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera, socio-sanitari, manutenzione e assistenza tecnica e corsi serali nei servizi socio-sanitari e Manutenzione ed assistenza tecnica) in vista della Pasqua ha promosso il progetto Imparare Facendo: “Dolciando1 e Dolciando2”.

L’iniziativa ha inteso sviluppare l’integrazione degli alunni diversamente abili attraverso attività manuali di lavorazione del cioccolato. Hanno partecipato numerosi gruppi-classe, con il coordinamento della professoressa Marcella Muja, il tutoraggio delle docenti Daniela Potenza e Loredana De Monte e del professore Giovanni Cazzato, realizzando così tra compagni una vera integrazione nel segno della solidarietà e dell’amicizia a scuola.

Soddisfatta dell’iniziativa e dei risultati raggiunti la dirigente scolastica Maria Rosaria Però, poiché “attraverso le attività scolastiche si è promossa non solo l’integrazione ma anche lo sviluppo di competenze professionali immediatamente spendibili dagli allievi”.

Le attività del progetto sono culminate nella manifestazione del 12 aprile a cui hanno partecipato l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Nardò Giulia Puglia, la dottoressa Teresa Calignano in rappresentanza dell’Associazione Persone Down di Nardò, le Dirigenti Scolastiche degli istituti Comprensivi di Nardò, rispettivamente III e I Polo: Eleonora Longo e Novella Pepe. Con il supporto dei docenti esperti Tommaso Manni e Gaetano Caracciolo sono state realizzate sculture e uova di cioccolato, destinate ad una raccolta fondi per scopi benefici.



Potrebbeinteressarti


Una borsa di studio in memoria dei piloti eroi

Sono trascorsi 28 anni dall’incidente aereo in cui persero la vita il capitano Umberto Oriolo e il sergente Paolo Ceccato: il 61° Stormo di Galatina e il Comune di Melpignano li ricordano con una borsa di studio per giovani studenti salentini.