Curiosità Luoghi Nardò 

Nardò, alla Villa torna la capasa

Il grosso recipiente di terracotta è stato oggetto di un intervento di ripulitura ed è stato fissato ad una base in pietra di Apricena alta un metro.

A Nardò in via XX Settembre è tornata la storica capasa. Da oggi i neretini possono tornare ad apprezzarla, recuperata e restaurata, al centro della fontana della “villa”. Il grosso recipiente di terracotta, simbolo di quell'area della città per un lungo periodo nel secolo scorso, è rimasta per qualche decennio in un deposito della vicina scuola intitolata a Dag Hammarskjold e l’amministrazione comunale ne ha finanziato recupero e restauro, nell’ambito di un intervento di riqualificazione della fontana. La ditta Sc Service ha eseguito la manutenzione degli impianti idrico ed elettrico, ha rifatto la superficie e ha ripristinato l’anello circostante con verde e piantine. La capasa è stata oggetto di un intervento di ripulitura ed è stata poi fissata con un’anima in ferro ad una base in pietra di Apricena alta un metro.




Potrebbeinteressarti


A Patù è tempo di infiorata

Oggi e domani, in occasione della festa del Corpus Domini, sarà possibile ammirare l'opera realizzata con milioni di petali e lunga 250 metri.

A Patù è tempo di infiorata

Oggi e domani, in occasione della festa del Corpus Domini, sarà possibile ammirare l'opera realizzata con milioni di petali e lunga 250 metri.