Cronaca Nardò 

Continuano le ricerche del 39enne scomparso, appello ai cittadini: «Controllate le case disabitate»

IL 39enne di Santa Maria al Bagno Marcello Pantaleo è scomparso il 24 dicembre

Continuano senza sosta le ricerche di Marcello Pantaleo, il 39enne di Santa Maria al Bagno che ha fatto perdere le sue tracce il 24 dicembre scorso.

Le ricerche si sono concentrate a Santa Caterina, vicino al luogo di ritrovamento dell’autovettura del 39enne.

L’imponente dispositivo di ricerca coordinato dalla Prefettura, che coinvolge Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, la Capitaneria di Porto, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, i volontari di Protezione Civile e di Croce Rossa Italiana, il 118 e l’Amministrazione comunale di Nardò, ha setacciato per circa 4 km le aree marine in prossimità della costa, con l’ausilio dei sommozzatori e speleosub per l’ispezione nelle grotte e nelle insenature, anche in profondità, e con l’impiego di droni e di un elicottero per le ricerche a più ampio raggio dall’alto. Le unità navali messe a disposizione dalla Capitaneria di Porto hanno invece concentrato la propria attività in alto mare, spingendosi fino a circa 2-3 miglia dalla costa.

Sono inoltre proseguite le operazioni di ricerca TAS via terra, con l’ispezione di circa 5 km quadrati di superficie terrestre posta in prossimità della Torre dell’Alto, fino ad arrivare ai limiti del centro abitato della località Santa Maria al Bagno, anche con l'ausilio delle unità cinofile.

Ora si chiede la collaborazione dei cittadini per aiutare nelle ricerche e in particolare dei proprietari delle abitazioni attualmente disabitate della zona affinché effettuino con urgenza verifiche all’interno delle proprie abitazioni, non ispezionabili autonomamente dalle squadre di ricerca.


Potrebbeinteressarti