Cronaca Nardò 

Giovani ammassati tra i tavolini e senza mascherina: chiuso locale a Santa Caterina

Controlli nella notte in un locale nella marina di Nardò: sanzioni per il proprietario e chiusura del locale

Assembramenti, nessun distanziamento e niente mascherine: chiuso un locale a Santa Caterina dagli agenti del commissariato di polizia di Nardò, unitamente al personale della Divisione polizia amministrativa e sociale della Questura di Lecce.

I poliziotti hanno proceduto ad elevare una sanzione amministrativa nei confronti del titolare di un pubblico esercizio nella marina di Nardò per violazione della normativa prevista per la prevenzione del contagio al Covid-19.

In particolare verso le 00:30 di questa notte, gli agenti impegnati nei controlli straordinari previsti per il fine settimana, hanno riscontrato che veniva diffusa musica ad alto volume oltre l’orario consentito delle ore 24, tramite consolle con dj e la presenza di centinaia di giovani che non rispettavano le distanze interpersonali, molti dei quali senza mascherine. Inoltre il proprietario non aveva garantito il previsto distanziamento nel collocare i tavolini.

Al titolare del pubblico esercizio è stata contestata la violazione della normativa anti-Covid, con l’applicazione della sanzione amministrativa di 400 euro oltre alla sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività per la durata di 5 giorni. Si sta valutando la posizione amministrativa del dj che al momento del controllo non forniva agli agenti la prevista licenza rilasciata dalla Siae.

 

Potrebbeinteressarti