Cronaca Nardò 

Pubblicità sessista di una ditta di rimorchi, condanna della Cgil: «Vergognosa»

La denuncia partita da Kollettiva è stata raccolta dalla segretaria dell’organizzazione sindacale Valentina Fragassi

Una donna procace e semisvestita usata per una pubblicità per una ditta di rimorchi. Un accostamento che ha fatto scalpore, provocando reazioni di condanna per l’immagine sessista utilizzata. La denuncia è partita dall’associazione Kollettiva: «Succede che a Nardò, una ditta di rimorchi, abbia avuto la felice idea di sponsorizzare la sua rispettabile azienda con questa squisita e aggraziata pubblicità. Ora, noi di Kollettiva ci chiediamo, come sia possibile poter pensare di utilizzare ancora e ancora il corpo delle donne come una bistecca al sangue da servire ben calda alla libidine mascolina. Attueremo le nostre azioni di sensibilizzazione e consumo consapevole, sperando di poter cestinare questo modo violento e irrispettoso di sponsorizzare una merce con un'altra considerata tale: la donna».

Per la segretaria generale della Cgil Lecce, Valentina Fragassi è «una pubblicità vergognosa. Proprio come le ragazze di KollettivA di Nardò, esprimo la più profonda indignazione per questa forma di mercificazione del corpo femminile, che poggia sui più beceri pregiudizi e doppi sensi sui quali si fonda la cultura maschilista».

«Purtroppo non è la prima volta che accade in provincia di Lecce -prosegue Fragassi-. Basti l’esempio della ditta di pulizie di Lizzanello venuto a galla a gennaio. Queste forme di pubblicità sono purtroppo il riflesso di una società patriarcale e sessista. È ora di esercitare l’unico diritto che resta ai consumatori, quello del consumo consapevole. Esprimo questo sentimento a nome di tutta l’organizzazione che rappresento, non solo delle donne della Cgil. Siamo infatti impegnati da tempo, insieme a Cisl e Uil territoriali, per conquistare un vero cambio di cultura, attraverso il coinvolgimento degli uomini nelle battaglie fin qui sostenute dalle donne per rivendicare i propri diritti».

Potrebbeinteressarti