Scuola Nardò 

Scuole anti-Covid, partiti 12 mini cantieri per interventi di adeguamento

Lavori e forniture per 130 mila euro, messi a disposizione dal Miur

Le scuole della città pronte a indossare la nuova “veste” anti-Covid. Sono già partiti, infatti, i lavori finalizzati all’adeguamento degli spazi e delle aule utili ad assicurare il distanziamento interpersonale imposto dall’emergenza sanitaria.

Il Ministero dell’Istruzione ha concesso alla città di Nardò risorse pari a 130 mila euro proprio per l’esecuzione di questi interventi. A seguito dell’attento lavoro compiuto da tecnici e funzionari dell’area funzionale n. 1, nonché delle indicazioni fornite dalle dirigenze scolastiche dei tre istituti comprensivi della città, è emersa la necessità di opere edili che riguardano essenzialmente gli ambienti interni degli immobili dei poli n. 1 (piazza Umberto I e via Crispi) e n. 3 (via Marinai d’Italia, via Foggia, via Quarta, via Romagna, via XX Settembre) e un altro blocco che invece riguarda sistemazioni esterne degli immobili del polo n. 2 (via Duca d’Aosta, via Torino, via Bellini, via Pilanuova, via Manieri). Tutti gli interventi sono stati concordati con le dirigenze scolastiche nel corso di riunioni e confronti che si sono tenuti sin da luglio.

L’amministrazione comunale, dunque, ha scorporato gli interventi in tre parti. La prima, relativa ai lavori sui poli n. 1 e n. 3, ha un costo di poco superiore ai 49 mila euro (Iva compresa) ed è stata affidata con un ribasso del 6% (circa 37 mila euro, oltre Iva) alla ditta Antico Decori di Nardò. La seconda, relativa ai lavori sul polo n. 2, ha un costo di poco più di 43 mila euro (Iva compresa) ed è stata affidata con un ribasso del 24% (circa 32 mila, oltre Iva) alla ditta Arca s.r.l. di Copertino. La terza, relativa all’acquisto delle forniture e degli arredi per i tre poli, ha un costo di circa 37 mila euro. Entro l’inizio dell’anno scolastico, previsto per il 24 settembre, le scuole della città saranno rispettose di tutte le prescrizioni imposte per tutelare la salute di studenti, docenti e operatori scolastici.

“Il 24 settembre le scuole della città – annuncia il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Oronzo Capoti – saranno pronte ad accogliere i nostri ragazzi in condizioni di sicurezza. Nelle ultime settimane, di concerto con i dirigenti dei tre poli, abbiamo individuato esigenze e criticità degli immobili scolastici e messo a punto uno scrupoloso piano degli interventi, che realizziamo interamente con la dotazione finanziaria di 130 mila che il Miur ci ha messo a disposizione. Auguro con tutto il cuore ai nostri studenti che possa essere un anno scolastico assolutamente regolare e proficuo”.

“È un’estate molto impegnativa – sottolinea l’assessore all’Istruzione Nadia Manieri – perché tutti lavoriamo all’obiettivo di permettere agli studenti della città di poter fare ingresso tra qualche settimana in scuole che siano adeguate e sicure. E la salute di tanti giovani e giovanissimi non può che essere una priorità. In questa fase aspettiamo le indicazioni delle direzioni didattiche, come da linee guida, nel merito dei percorsi di sicurezza e della gestione degli studenti, in modo poi da adeguare i servizi come il pre post scuola o il trasporto”.

 

Potrebbeinteressarti