Società Nardò 

Rampa sulla spiaggia di Sant’Isidoro: spazio accessibile ai disabili

Entro pochi giorni la fine dei lavori, grazie a un finanziamento di 20 mila euro dalla Regione

La spiaggia di Sant’Isidoro sarà pienamente fruibile dalle persone diversamente abili. Entro pochi giorni, infatti, la ditta Gloc Service srl di Taurisano terminerà i lavori previsti da un progetto dell’architetto Egidio Muci che prevede una serie di interventi a basso impatto, che consentono la fruibilità dell’area e garantiscono la libera balneazione per le persone diversamente abili. Si tratta di un progetto per il quale il Comune di Nardò ha ottenuto un finanziamento di 20 mila euro dalla Regione Puglia nell’ambito di un avviso pubblico per l’accessibilità da parte delle persone con disabilità alle spiagge libere pugliesi a gestione municipale. La spiaggia è il tratto “libero” in via Marsala, scelto per la natura morfologica del litorale (basso e sabbioso), per la vicinanza ad un’arteria viaria e per la presenza di un’area demaniale individuata dal Piano delle Coste appunto come spiaggia libera. L’amministrazione comunale ha cofinanziato l’intervento con 25 mila euro.

Il progetto prevede innanzitutto una rampa pedonale in legno di 65 metri utile ai fruitori per spostarsi in modo agevole e sicuro dal marciapiede alla battigia, poi tre stalli per il parcheggio (e relativa segnaletica) dei diversamente abili nelle immediate vicinanze della spiaggia, l’eliminazione delle barriere architettoniche lungo il tragitto che dal parcheggio conduce alla rampa pedonale (scivolo a raso per superare il dislivello del marciapiede), un’area per servizi igienici e spogliatoi accessibili, realizzati in materiale ecocompatibile con docce esterne, maniglioni e supporti. Saranno installate, infine, segnaletica e indicazioni tattili per persone affette da disabilità sensoriale. Tutte le opere sono in legno e a carattere stagionale, semplicemente appoggiate al suolo, montate a secco e facilmente smontabili, senza opere permanenti e senza alterare o danneggiare gli strati naturali. L’intervento s’integra con il paesaggio attraverso l’utilizzo di materiali (legno), colori (bianco e legno naturale) e forme architettoniche semplici. 

Potrebbeinteressarti

Attivi a Lecce 250 monopattini elettrici

Da oggi sono immessi sulle strade cittadine 250 monopattini elettrici in modalità “free floating” forniti dalla ditta Reby srl, a completamento della fornitura del servizio assegnata dal settore Mobilità a luglio scorso


«Giornata spreco zero»: allarme cibo buttato a scuola

Allarme cibo sprecato nella refezione scolastica dove si calcola un avanzo medio di 90 grammi nel piatto di ogni studente e di 27 grammi di cibo intatto, abbandonato nelle mense per ogni pasto, mentre ogni pugliese butta nella spazzatura in 12 mesi fino a 80 chili di prodotti agroalimentari