Cronaca Nardò Trepuzzi 

Partecipò ad agguato a colpi di pistola, 14 anni e mezzo di carcere per un 68enne di Nardò

I carabinieri hanno dato esecuzione al mandato di carcerazione emesso dalla Procura. I fatti risalgono al 2016

Nel 2016 partecipò al tentato omicidio di un giovane di Nardò che intervenne in difesa di un amico vittima di estorsione: è arrivata la condanna definitiva per il 68enne di Nardò Francesco Russo che dovrà scontare 14 anni e sei mesi di reclusione.

I fatti avvennero nel maggio del 2016: Russo insieme ad un complice volevano estorcere del denaro ad un commerciante di Nardò e quando l'amio di quest'ultimo provò ad intromettersi per difenderlo fu “punito” con un agguato a colpi d pistola. Ieri i carabinieri della stazione di Nardò hanno dato esecuzione all'ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale presso la corte d'appello di Lecce che ha condannato l'uomo per estorsione, porto illegale di armi e tentato omicidio.

A Trepuzzi, invece, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato e accompagnato in carcere Roberto Leo, 56ene del posto 4, ivi residente che deve espiare una pena di 4 anni e 11 mesi 11 di reclusione per estorsione, reato commesso a Trepuzzi nel 2011.


Potrebbeinteressarti