Politica Nardò 

Un piano per far ripartire l’economia locale: l’opposizione presenta mozione in consiglio

La proposta presentata dall’opposizione di Nardò verrà discussa in consiglio comunale

Un piano per far ripartire l’economia di Nardò: è quanto hanno proposto stamattina in Comune i consiglieri comunali di opposizione, Lorenzo Siciliano, Daniele Piccione, Roberto My, Paolo Arturo Maccagnano, Carlo Falangone e Giancarlo Marinaci, firmando una mozione tematica. Si tratta di una proposta formale che approderà in consiglio comunale e che prevede misure poderose di sostegno alle nostre attività commerciali, piccole e medie imprese e artigiani.

Queste le proposte: giù tutte le tasse comunali con la richiesta di riduzione del 90% della tassa di occupazione di suolo pubblico e imposta comunale sulla pubblicità, del 30% della TARI (tassa sulla spazzatura), riduzione allo 0,6% IRPEF comunale, riduzione del 70% della tassa di soggiorno.

«Questi – dichiarano i consiglieri - sono gli interventi che si aspetta il mondo produttivo di Nardò. Queste sono le misure economiche che aiutano concretamente i nostri commercianti, i nostri imprenditori e i nostri artigiani. Perché queste sono le tasse che più incidono sulle tasche di chi sta ripartendo, affrontando una delle fasi più dure degli ultimi quarant’anni».

«Ora -  proseguono - attendiamo al varco i signori della maggioranza ed il loro sindaco. E non vengano a raccontarci che non ci sono soldi per attuare questo piano fondamentale per Nardò, perché quando si tratta di elargire incarichi ad amici e parenti i quattrini pubblici sono bravissimi a trovarli». 

Potrebbeinteressarti