Curiosità Fotonotizia Nardò 

Nardò, la facciata del castello s’illumina coi colori della bandiera italiana

Da ieri sera la facciata del castello di piazza Cesare Battisti risplende col tricolore in segno di unità nazionale nell’emergenza

Da ieri il castello di piazza Cesare Battisti ha la facciata illuminata con i colori della bandiera italiana. Un’iniziativa per rinsaldare il senso di unità nazionale in questo momento storico particolarmente difficile, ma anche per restituire una sensazione di decoro e bellezza in una città svuotata e triste dalle prescrizioni anti-contagio. Come hanno fatto anche molti Paesi stranieri con i loro monumenti in segno di solidarietà con l’Italia, la città di Nardò ha deciso di cambiare il volto del suo edificio più rappresentativo, “sposando” l’iconografia del tricolore e lanciando un messaggio di unità e coesione ai neretini e a tutti. È stato il presidente del Consiglio comunale Andrea Giuranna a lanciare l’idea di illuminare il castello, che il sindaco Pippi Mellone ha prontamente accolto.

La facciata cinquecentesca decorata a bugnato, che “racconta” da un punto di vista architettonico le varie epoche storiche della città (dalla dominazione aragonese alla famiglia Acquaviva, dal Guercio di Puglia alla famiglia Personè) e che è stata oggetto di un rimaneggiamento nell’Ottocento, è l’emblema quindi attorno al quale i neretini simbolicamente si stringono al tempo della pandemia.

“È stata un’idea del presidente Giuranna - racconta il sindaco Pippi Mellone - che ovviamente ho raccolto subito. Ci sono molte cose a cui pensare in questi giorni drammatici e lo stiamo facendo, ma servono e aiutano anche iniziative più leggere come questa. Guardare la facciata del castello illuminata con il verde, il bianco e il rosso, è incoraggiante. L’Italia è un Paese meraviglioso, è il nostro Paese, uscirà a testa alta anche da questa situazione incredibile”.

 

Potrebbeinteressarti