Musica 

«Il tuo nome»: il nuovo brano della cantautrice salentina Cristiana Verardo

È una delle artiste più interessanti del panorama pugliese: da oggi sulle piattaforme digitali il suo nuovo singolo

Cristiana Verardo non è solo una cantautrice salentina in crescita dalla voce interessante, è ormai un’artista “matura”. Non tanto per la sua età, ancora giovanissima, ma per la profondità della scrittura che si fortifica, passo dopo passo, ad ogni nuovo brano che propone. Sono passati solo tre anni dal suo esordio discografico, che già aveva sorpreso per la delicatezza della proposta, ma nel tempo il suo modo di fare musica ha acquisito ancora più certezza, mantenendo intatta la sua vitalità creativa e la freschezza delle proprie composizioni.

L’avevamo lasciata a godersi il meritato successo per il Premio Bianca d’Aponte, il prestigioso riconoscimento giunto alla quindicesima edizione e dedicato alla canzone d’autrice, e poi, qualche settimana dopo, a rilasciare su tutte le piattaforme “Ti ho portato il mare”, un singolo denso di vita quotidiana, che parlava di una relazione contratta nei momenti prestabiliti, delle continue fughe e rincorse dell’amore.

Dentro c’era tutta la poesia di un brano che trovava l’equilibrio tra la raffinatezza della voce della sua autrice e la dolcissima costruzione musicale, un connubio che regalava emozioni intense, come i volteggi nel blu di un mare profondo dei protagonisti del video, che accompagnava la promozione della canzone, siglato dall’abile regia di Giuseppe Pezzulla.

A distanza di sei mesi, la cantautrice salentina pubblica “Il tuo nome”, un nuovo singolo che sembra una “perla” estratta proprio da quel mare che faceva da sfondo alle piroette degli amanti sommersi. C’è continuità ideale per stile e capacità evocativa, ma c’è soprattutto la conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, di un talento vero, che unisce la magia di una voce lineare, senza fronzoli, alla raffinatezza di testi mai banali, che raccontano scene ordinarie con la sapienza delle parole semplici, autentiche, necessarie.

Lo sviluppo del brano (disponibile sulle piattaforme digitali e del quale a breve uscirà anche un video) rivela sfumature tra il jazz e la bossa nova ed è godibile sin dal primo ascolto. E poi ci sono i versi, colmi della poesia dell’artista salentina, come quando recita “ed è gennaio ma non fa freddo, fuori sembra primavera, davanti al cielo dei tuoi occhi ho preso un posto in prima fila ed ho capito che un sogno, se lo pensi forte, poi s’avvera, che chiede scusa solo chi ha più paura, io questa sera”.

Classe ’90, laureata in canto Jazz e in musica Jazz presso il conservatorio N. Rota di Monopoli, Cristiana Verardo ha già ottenuto diversi riconoscimenti nella sua breve carriera. Nel 2017, il disco d’esordio, “La mia voce”, pubblicato da Workin’ Label per la distribuzione di I.R.D. Ora un nuovo capitolo musicale, tutto da gustare.

 

Potrebbeinteressarti