Musica Società Lecce 

Addio a Ezio Bosso, il pianista che arrivava al cuore. A Lecce uno degli ultimi concerti

Morto all’età di 48 anni il musicista e direttore d’orchestra che ha commosso con le sue esibizioni e con la sua storia di grande umanità e forza

È morto all’età di 48 anni Ezio Bosso, musicista, pianista e direttore d’orchestra. Era nato a Torino il 13 settembre 1971, nel 2011 venne operato per un tumore al cervello e gli venne diagnostica una terribile malattia neurodegenerativa.

Direttore d’orchestra e compositore, Bosso aveva ricominciato una più intensa attività concertistica solo dal 2015, facendo conoscere la sua storia dal palco di Sanremo nel 2016, quando con le sue parole commosse il pubblico e lo emozionò.

 

Era quello che accadeva nei suoi concerti, dove quella poteva apparire la sua fragilità fisica, grazie alla musica, era diventato una forza capace di travolgere lo spettatore. Ha portato oltre 100mila persone nei migliori teatri italiani col suo recital per solo pianoforte in quella che viene considerata ad oggi la tournée di musica classica più importante della storia italiana.

A Lecce indimenticato il suo concerto al Teatro Apollo, dove si registrò subito il sold out. Quello resta uno dei suoi ultimi concerti. Celebre la sua frase: “Sono un uomo con una disabilità evidente in mezzo a tanti uomini con disabilità che non si vedono”. 

Potrebbeinteressarti