Meteo 

Torna l'inverno: crollo termico e forte vento da Nord

Tra stasera e domani mattina anche 8-10 gradi in meno e raffiche di vento fino a 50-60 km/h. Immediato miglioramento già mercoledì pomeriggio.

Per poche ore tornerà l'inverno al sud: tra stasera e mercoledì mattina anche 8-10 gradi in meno e raffiche di vento fino a 50-60 km/h. Immediato miglioramento già mercoledì pomeriggio.

EVOLUZIONE Una nuova perturbazione proveniente dal nord Europa, la numero 10 del mese di marzo, nelle prossime ore raggiungerà l'Italia per poi sfilare rapidamente verso la Grecia. Il suo passaggio causerà un veloce peggioramento del tempo soprattutto sul medio-basso versante adriatico. 

Questa perturbazione sarà inoltre accompagnata da aria artica molto fredda per il periodo che determinerà tra martedì e mercoledì un rinforzo dei venti settentrionali e soprattutto un brusco e netto calo delle temperature che si riporteranno provvisoriamente sotto la media stagionale.

Si tratterà di un peggioramento per certi versi simile a quello della scorsa settimana per dinamica ma con aria generalmente meno fredda: avremo quindi nuovamente un clima di stampo invernale per poche ore ma con neve che si farà rivedere solo in collina.

PEGGIORAMENTO Nella prima parte della giornata di oggi  assisteremo ai primi segnali di cambiamento: avremo un generale aumento della nuvolosità con primi rovesci localizzati in tarda mattinata sui rilievi del potentino e in seguito anche del foggiano. Il tempo peggiorerà in maniera più netta tra pomeriggio e soprattutto sera su gran parte delal Lucania e della Puglia centro-settentrionale con piogge e neve inizialmente in bassa montagna ma in rapido calo fino alla media collina. Nel corso della notte e fino all'alba i fenomeni si estenderanno anche ai settori non precedentemente colpiti.

Nella mattinata di mercoledì residua instabilità interesserà ancora la Puglia centro-meridionale con isolati rovesci e fiocchi di neve in collina mentre altrove avanzeranno già schiarite: nella seconda parte della giornata, infatti, avremo un netto miglioramento con cessazione dei fenomeni e cieli più sereni. Resterà però una giornata piuttosto ventilata e fredda per il periodo. 

QUOTA NEVE La neve tornerà quindi sui rilievi di Puglia e Basilicata. Già martedì pomeriggio neve possibile su Pollino e lagonegrese intorno ai 1000/1100 metri mentre sul foggiano saranno possibili fiocchi oltre i 600 metri nel primo pomeriggio. In serata quota neve in calo più netto: 400/500 metri su Gargano e Subappennino; 700/800 metri su melfese, potentino, Murge e materano. In nottata ulteriore calo fino a 400/500 su tutti i settori. Accumuli solo lungo l'Appennino oltre i 6/700 metri, possibili imbiancate durante la notte a quote più basse.

CROLLO TERMICO Le temperature diminuiranno sensibilmente su tutto il territorio ma con tempistiche diverse. Martedì il calo sarà inizialmente più sensibile sui settori più settentrionali (melfese/foggiano) mentre più a sud avremo un clima ancora piuttosto mite (specie Salento con massime fino a 17-18 gradi). Tra sera e notte il calo termico sarà avvertibile ovunque: mercoledì avremo temperature più basse anche di 8-10 gradi con valori sensibilmente sotto la media stagionale.

Il calo termico sarà acuito anche dai forti venti settentrionali (prima tramontana e poi maestrale) in netto rinforzo con raffiche fino a 50-60 km/h nella notte tra martedì e mercoledì.

MeteOne

 

 

Potrebbeinteressarti