Cronaca Melendugno 

Non ha soldi per comprare l’acqua e si reca alla fontana pubblica di San Foca: multata

Il caso a Melendugno, dove una donna straniera è stata sanzionata insieme al marito per essersi spostata per rifornirsi di acqua

Si era recata in auto da Melendugno a San Foca per rifornirsi di acqua dalla fontana pubblica, perché non aveva i soldi per comprarla: ma la motivazione non ha smosso l’animo delle forze dell’ordine che, quando l’hanno fermata, assieme al marito, hanno elevato una sanzione di 533 euro a testa, per il mancato rispetto delle norme anti-contagio.

La donna, protagonista dell’episodio, è una signora straniera che vive in Italia grazie a un regolare permesso di soggiorno, ma in condizioni di estrema indigenza, con un assegno di invalidità di neanche 300 euro. Per questo motivo, non potendo comprare l’acqua, la donna ha pensato di recarsi nella frazione presso la fontana pubblica, per fare rifornimento.

Una volta sanzionata la donna ha chiesto aiuto all’avvocato Giampaolo Potì che sta presentando il ricorso al prefetto: «Il principio su cui si basa il ricorso – dichiara il legale – è che l’acqua sia un bene primario e, quindi, rifornirsi di questo bene non sia in contrasto con i principi delle misure restrittive. Ritengo che la situazione in cui vive la signora dimostri tutta la buona fede della mia assistita. Peraltro segnalo che non si è spostata a piedi, ma in auto, di fatto limitando le occasioni di rischio nel contagio». 

 

Potrebbeinteressarti