Altri Sport Maglie 

Esordio in trasferta siciliana per Il Ct Maglie col pensiero a Erik Crepaldi

Per i salentini del CT Maglie il campionato di serie A2 inizia domenica 3 ottobre con la difficile trasferta siciliana in casa dei forti messinesi del Filari Tennis di Venatico

Per i salentini del CT Maglie il campionato di serie A2 inizia domenica 3 ottobre con la difficile trasferta siciliana in casa dei forti messinesi del Filari Tennis di Venatico.

Molto travagliata la vigilia della partita per la purtroppo nota vicenda che ha visto coinvolto, in un pauroso incidente stradale, l'idolo di casa Erik Crepaldi (2.2) che difficilmente potrà essere a disposizione quest'anno e le cui condizioni rimangono ancora stabili in attesa di nuovi bollettini medici.

La formazione magliese è composta da Egor Gerasimov (1.7), Renzo Olivo (1.17), Jelle Sels (2.1), Geoffrey Blancaneaux (2.1), Francesco Garzelli (2.3), Lorenzo Maria Lorusso (2.3), Daniel Bagnolini (2.4), Silvio Mencaglia (2.5), Mattia Leo (2.6), Alessio Giordano (2.8), Luigi Corrado (3.1), Gabriele Frisullo (3.1), Samuel Spano (3.1), Alessio Lefebvre (3.4), Marco Baglivo (3.5). La squadra è seguita dai tecnici Michele Pasca e Marco Cezza.

La squadra del Filari Tennis è composta da Michail Pervolarakis (2.1), Igor Sijsling (2.1), Stefano Baldoni (2.1), Markus Eriksson (2.1), Luca Potenza (2.1), Alberto Caratozzolo (2.4), Marco Maiorana (2.5), Enrico Briguglio (2.7), Alberto Carrolo (3.1), Pietro La Fauci (3.2), Ivor Hitrec (3.3), Federico Coniglio (3.5).

Nel girone del CT Maglie sono presenti, oltre al Filari Tennis, il TC Treviglio, il Ferratella Roma, il TC Piazzano, il TC Bisenzio di Prato, e il Tennis Modena.

Per il direttore sportivo del CT Maglie, Antonio Baglivo: “Purtroppo quest'anno la squadra dovrà subire la pesantissima assenza di Erik Crepaldi, coinvolto in un grave incidente stradale. Ovviamente il nostro pensiero è rivolto soprattutto alla possibilità di recupero fisico che prevale sui risultati sportivi. Il campionato che ci attende sarà molto difficile senza Erik perché è uno dei pilastri della squadra, sia per il valore tecnico sia per la sua capacità incredibile di trascinare i compagni soprattutto nei momenti difficili e capace di creare un contagioso entusiasmo. Sono sicuro che domenica la squadra avrà uno stimolo in più per ottenere un risultato positivo da dedicare a Erik. Comunque un solo grido dai dirigenti, dai soci e da tutti gli appassionati: Forza Erik”.

Fonte: Area comunicazione

Potrebbeinteressarti