Cronaca Maglie 

Primaria e Infanzia chiudono a Maglie, tre positivi tra gli addetti alla mensa

Per due giorni, gli alunni saranno a casa. Intanto scoppia la polemica con l’opposizione. Il gruppo di “Maje Noscia”: «La ditta ha risposto solo dopo la nostra sollecitazione»

Primaria e Infanzia delle scuole magliesi chiudono i battenti per due giorni, il 30 e il 1° dicembre. Lo ha deciso il sindaco di Maglie, Ernesto Toma «Il provvedimento si è reso necessario per sanificare gli ambienti, a scopo cautelativo, a seguito di comunicazione di positività di alcuni operatori dipendenti della ditta che effettua il servizio di mensa scolastica. I plessi in questione sono quelli siti in via Cubaju, via Diaz, corso Cavour, via Lanoce e via Toma».

Una decisione, quella del sindaco, tardiva e arrivata dopo la sollecitazione dell’opposizione, come sottolineato dal gruppo “Maje Noscia”: «Nella serata di martedì, una nostra consigliera è stata, da più parti, allertata circa la presunta positività di un operatore di Turigest srl, societa che gestisce la mensa delle scuole dell'infanzia e della scuola primaria di via Lanoce a Maglie. Nella giornata successiva si è ritenuto pertanto necessario allertare il sindaco, sia per le vie brevi che in via ufficiale a mezzo pec».

«Nella mattinata di venerdì -continuano i consiglieri- il sindaco ha fatto avere al gruppo “Maje Noscia” la risposta di Turigest srl, che rassicurava circa il rispetto del protocollo Covid e l'utilizzo dei dispositivi personali di sicurezza pur però confermando la positività di 3 dipendenti, uno dei quali in servizio per la società ed addetto anche alla consegna dei pasti nei plessi scolastici di Maglie. Resta il rammarico di sottolineare che tali decisioni dovevano forse prudenzialmente essere assunte quanto meno nella giornata di venerdì e che, peraltro, la ditta Turigest srl ha fornito spiegazioni solo dopo esplicita richiesta, non avendo, da quanto ci consta, spontaneamente messo al corrente l'amministrazione della la positività riscontrata impedendo, di fatto, di intervenire immediatamente con chiusura dei plessi e relativa sanificazione».

 

Potrebbeinteressarti