Cronaca Maglie 

Sorpreso a fotografare la scheda elettorale, in un seggio a Maglie interviene la Finanza

Il click della fotocamera non è sfuggito agli scrutatori che hanno chiamato la sorveglianza

Fotografa la scheda elettorale ma il click non sfugge agli scrutatori che chiamano le forze dell'ordine: tensione questa mattina nel seggio 14 di via Bachelet a Maglie dove un cittadino è stato fermato poco dopo aver esercitato il suo diritto al voto. Introdurre un telefono cellulare all'interno della cabina elettorale è un reato: la legge 96 del 2008 dispone infatti il divieto di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini e chiunque chiunque contravviene  a questo divieto e' punito con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1.000 euro.

Nel caso in cui la foto scattata abbia il fine di testimoniare l'avvenuta preferenza per un candidato o lista si potrebbero profilarer altri reati: chiarire tutti gli aspetti sarà compito della Guardia di Finanza intervenuta nel seggio che ha già ascoltato l'elettore sorpreso con il cellulare in mano.


  

Potrebbeinteressarti