Politica Maglie 

Centrodestra magliese al lavoro: Toma incassa l’appoggio dei consiglieri fedeli

Il sindaco uscente sta completando la squadra per la competizione elettorale: primo firmatario Antonio Fitto

Ernesto Toma, dopo l’investitura da parte del candidato alle regionali, l’eurodeputato Raffaele Fitto, incassa anche il consenso della maggioranza uscente, senza ovviamente i due dissidenti, cioè il vicesindaco Franca Giannotti e il Presidente del Consiglio, Gabriele Bucci.

A firmare un documento unitario in cui si esprime «piena condivisione e soddisfazione per la ricandidatura di Ernesto, i consiglieri Valeria Leone, Rossano Rizzo, Deborah Fusetti, Marco Sticchi, Dario Vincenti, Annagrazia Ciccarese, Roberta Iasella, Piero Biasco e Antonio Fitto. Per quanto riguarda quest’ultimo, si lavora ad un vero e proprio “ticket elettorale” con il capogruppo consiliare uscente pronto a dare manforte al candidato sindaco in cambio di un ruolo forte in giunta. Della prossima tornata non dovrebbero far parte Piero Biasco per questioni anagrafiche e Roberta Iasella che vorrebbe riconosciuta l’anima della coalizione, e non il cosiddetto monocolore. Iasella nella scorsa legislatura aveva dichiarato la propria appartenenza a Forza Italia. Se Toma accetterà il passaggio, dovranno essere ridiscusse le modalità di assegnazione delle deleghe, non potendosi basare più su una mera valutazione numerica. Da indiscrezioni intanto, il nome della lista dovrebbe essere lo stesso di cinque anni fa, cioè “SìAmo Maglie”.

Il vicesindaco Franca Giannotti invece è al lavoro per fare una lista che peschi nell’area di centrodestra: una posizione complicata, ma non impossibile. Con la Giannotti, che aveva messo il veto su Toma, ma senza preclusioni su altri candidati sindaci, potrebbe andare Antonio Giannuzzi, fino ad oggi all’opposizione, ma fortemente deluso dall’approccio messo in campo dal Pd. Giannotti e Giannuzzi provengono entrambi da Alleanza nazionale e potrebbero ricostruire quell’area moderata alternativa nel centrodestra. Area a cui afferiscono anche i Popolari che si riconoscono in Francesco Chirilli che ha già fatto sapere di non volersi ricandidare. Difficile l’unione a tre viste le ripetute scintille che nel corso degli anni, hanno caratterizzato i confronti tra il senatore e il vicesindaco.

Intanto Toma ha avuto anche l’appoggio del responsabile nazionale del Movimento politico l'Altra Italia che porterà in lista anche il dottore Elio Montagna.

Negli altri schieramenti, ufficiale la candidatura di Antonio Refolo per l'area di centrosinistra che presenterà una civica e di Salvatore Ruberti che invece si presenterà con il Movimento 5 Stelle.

Foto della campagna elettorale 2015

 

Potrebbeinteressarti