Politica Maglie 

Attacco a Toma, gli assessori confermano: «È il nostro candidato»

Il veto del vicesindaco Franca Giannotti a una riproposizione del sindaco uscente è stato rimandato al mittente dagli altri componenti della giunta

«La maggioranza a Maglie c'è, è coesa politicamente e si riconosce in un unico candidato sindaco: Ernesto Toma». Una difesa strenua dell’operato del primo cittadino, quella degli assessori Marco Sticchi, Valeria Leone, Dario Vincenti e Deborah Fusetti, arrivata a poche ore dall’attacco del vicesindaco Franca Giannotti, indisponibile a ragionare su un secondo mandato in continuità: «Le dichiarazioni polemiche sull'azione amministrativa del sindaco Ernesto Toma -continuano- e della sua giunta da parte del vicesindaco Franco Giannotti ci sollecitano alcune domande. Come si fa a dissociarsi dall’azione amministrativa dopo averla condivisa ed esserne stata parte attiva per cinque anni? Come si fa ad esprimere dissenso continuando a restare vice Sindaco e continuando a partecipare alle riunioni di giunta? Ogni aspirazione personale è, per carità, legittima, ma il riconoscimento di un ruolo non viene da se stessi. Più che l’aspirazione personale serve la condivisione di un percorso e di un programma: le altre sono solo scorciatoie che rendono bene l'idea di inadeguatezza al ruolo».

Giannotti aveva parlato di «veleni puntualmente distribuiti in questi anni e, soprattutto, in questi ultimi mesi che hanno vanificato tutti gli sforzi profusi nel passato da parte di chi, con dedizione e con pazienza, aveva costruito una squadra coesa, pronta a spendersi nell’interesse della città”. Da qui un appello al candidato alla Regione, Raffaele Fitto per ritrovare l’unità con un altro candidato sindaco: “Diversamente le strade sono destinate a separarsi».

Nella foto, la squadra di “Sìamo Maglie” nel 2015

 

Potrebbeinteressarti