Società Maglie 

Scopre di avere un tumore al cervello, mobilitazione per un 35enne magliese

Avviata una raccolta fondi per Andrea Vincenti, che nei prossimi giorni dovrà essere operato per una massa tumorale estesa all’International Neuroscience Institute di Hannover

C’è una speranza per Andrea Vincenti, 35magliese, ricoverato ad Hannover a causa di una massa tumorale estesa al cervello. I medici dell’International Neuroscience Institute (INI) hanno accettato di operarlo il prossimo 4 maggio. È stata aperta una sottoscrizione per poter garantire il pagamento delle spese mediche. Ecco la storia raccontata dalla sua compagna, Giovanna (qui il link per la raccolta fondi):

«Andrea ha 35 anni ed è il mio compagno di vita da 14. Originari del Leccese (Maglie e Corigliano) da qualche tempo ci siamo trasferiti a Londra, dove entrambi lavoriamo cercando di costruire giorno dopo giorno un nuovo pezzetto della nostra vita insieme. Domenica 5 aprile Andrea si è sentito male. È tardo pomeriggio quando lamenta un forte mal di testa. Al mal di testa segue la nausea, alla nausea il vomito, al vomito le crisi epilettiche. Andrea non soffre di epilessia ed io penso si tratti di un infarto. Urlo e chiedo aiuto al nostro vicino che sapevo essere un medico. Il dottor Uvaise interviene tempestivamente con delle manovre che salvano la vita di Andrea, e lo fa per ben tre volte. Londra infatti, come il resto del mondo, è in piena emergenza Covid e i soccorsi tardano ad arrivare. In serata raggiungiamo finalmente il St. George’s Hospital, dove Andrea riceve le prime cure ed è sottoposto a TAC e risonanza magnetica. Le brutte notizie arrivano dopo qualche ora di attesa, Andrea ha un tumore al cervello. Nei giorni successivi Andrea resta in ospedale sotto osservazione e ulteriori indagini confermano la presenza di una massa tumorale estesa sul lato destro del cervello. Al St. Georges Hospital i medici ci danno poche speranze: programmano di eseguire una biopsia per stabilire la natura del tumore ma escludono da subito l’opzione di un intervento chirurgico. Ci dicono che il tumore non può essere rimosso ed eventuali trattamenti avrebbero l’unico scopo di impedirne o rallentarne l’ingrandimento.

Non ci arrendiamo e nel frattempo veniamo a conoscenza dell’International Neuroscience Institute (INI) di Hannover quale centro di eccellenza a livello mondiale nel trattamento dei tumori in area cranica. Entriamo in contatto con i medici, i quali dopo aver analizzato la documentazione sanitaria di Andrea ci invitano a recarci in Germania. Dicono che il tumore si può rimuovere e loro sono disposti a farlo subito. Siamo arrivati qui il 20 aprile e il ricovero di Andrea è previsto per il 4 maggio. Le donazioni ricevute saranno impiegate a copertura delle spese mediche e, su volontà di Andrea, in parte destinate a fondazioni di ricerca per la lotta contro i tumori. Ringraziamo tutti per la vostra generosità. Apprendo che in molti preferite fare il bonifico diretto. Copio di seguito le coordinate del conto in Euro di Andrea. Vi chiedo di indicare DONAZIONE AIUTIAMO ANDREA nella causale. Codice IBAN di VINCENTI ANDREA: IT81Q0347501605CC0010233657»

Potrebbeinteressarti