Luoghi Lecce 

Ex Galateo pronto a cambiare volto: ecco il progetto vincitore del concorso

La giuria ha premiato la proposta del collettivo di giovani architetti Archistart con Alcotec.

Svelata la cinquina di progetti finalisti del concorso internazionale per la rigenerazione dell'Ex Galateo. Nel pomeriggio di ieri in seduta pubblica Puglia Valore Immobiliare ha reso nota la graduatoria provvisoria che sarà definitiva solo all’esito della verifica dei requisiti dei partecipanti.

I lavori giunti da tuttga Italia sono stati valutati in forma anonima dalla giuria, composta da Pierre Alain Croset, Simone Sfriso, Arturo Cucciolla, Carlo Cecere e Maria Antonietta Aiello.

Al primo posto il progetto di Archistart Studio in collaborazione con Alcotec che ha immaginato «un grande contenitore che mette a sistema l’abitare condiviso, servizi e spazi pubblici aperti, luoghi per imprese e start up».

Secondo il progetto di Archistart, il 60% degli spazi sono destinati ad accogliere abitazioni e servizi per studenti e non: in totale l'ex ospedale potrà accogliere circa 160 persone. Il resto sarà destinato a imprese sociali, attività di artigianato ed esercizi pubblici tra cui un ristorante, due bar e quattro spazi per temporary shop.


«La proposta intende bilanciare la necessità di privacy abitativa con la dimensione pubblica, declinando l’abitare condiviso secondo le diverse necessità presenti sul territorio (residenza studentesca, residenza temporanea, cohousing) – si legge nella presentazione del progetto - gli alloggi sono sviluppati garantendo la massima flessibilità degli spazi».


La struttura da anni in abbandono sarà ripensata in termini di efficienza a più livelli grazie alla domotica e quello che è oggi uno spazio verde chiuso si aprirà alla città: «L’edificio diventa asse di attraversamento dal centro storico verso il parco a sud. Lungo la promenade si inseriscono funzioni pubbliche aperte alla città (market, bar, ristoranti, spazi polifunzionali)».



Il Concorso, finanziato dalla Regione Puglia è stato condiviso da Puglia Valore Immobiliare, Arca Sud Salento e Comune di Lecce in collaborazione con Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio Brindisi, Lecce e Taranto, Ordine degli Architetti di Lecce.

Il costo complessivo dell'opera ammonta a circa 14 milioni di euro.


Le foto sono di Archistart Studio

Potrebbeinteressarti