Luoghi Scorrano 

Luminarie sui balconi di casa per la festa patronale “spenta” dal Covid

Un’iniziativa che permetterà ai scorranesi di non rinunciare idealmente alla grande festa di Santa Domenica

Una festa patronale in tono minore quella che quest’anno si tiene a Scorrano, senza le prestigiose e straordinarie luminarie che hanno reso la cittadina famosa in tutto il mondo: colpa del Covid e di un’emergenza sanitaria che non ha permesso di tener fede alla tradizione e al folclore nella maniera più classica.

Tuttavia, in onore di Santa Domenica, due storici luminaristi hanno pensato a un'alternativa: i balconi e le facciate potranno trasformarsi in una luminaria grazie a un'opera realizzata ad hoc.

Le aziende MarianoLight e De Cagna Luminarie hanno creato insieme una luminaria di 41x41 centimetri, in vendita a un prezzo politico per consentirne l'acquisto ai devoti, e di grande impatto sia dal punto di vista del design e dell'abbellimento sia come ricordo per una festa che comunque resterà nella storia.

La Pro Loco, insieme alla parrocchia, in alternativa chiede ai fedeli di accendere dei lumi alle finestre nel solco dell’antica tradizione che lega la città al culto della santa patrona, che allontanò la peste.

A Scorrano, insomma, anche se in tono minore, stasera sarà comunque festa. 

 

Potrebbeinteressarti