Cronaca Lizzanello 

Ruba portafogli in chiesa durante la messa: riconosciuta, finisce in manette. Altri arresti per droga e furti

Sul territorio di competenza dei carabinieri di Casarano operazione di controllo su vari reati

Denunce e arresti nell’operazione “Mirage” da parte dei carabinieri della Compagnia di Casarano, nel corso degli ultimi giorni nel corso di servizi specifici di controllo del territorio finalizzati al contenimento della pandemia covid-19, al contrasto dei reati contro il patrimonio, alla detenzione, produzione e traffico di sostanze stupefacenti, al controllo delle persone sottoposte a limitazioni della libertà ed alla circolazione stradale.

In particolare, a Ugento, dopo lunga osservazione in contrada Acquarelli, veniva arrestato un 68enne del posto, sorpreso a coltivare una piantagione costituita da 25 piante di marijuana, dall'altezza variabile da 80 a 160 cm. Lo stupefacente e il materiale utile alla coltivazione sono stati sottoposti a sequestro. L’uomo si trova ai domiciliari.

A Copertino, in manette una 44enne del posto, a seguito della segnalazione di una donna che riferiva di essere stata derubata del proprio portafogli contenente 60 euro e i documenti d'identità durante la celebrazione della messa nella chiesa della Beata Vergine Maria del Rosario, in via Cosimo Mariano. I carabinieri, sulla scorta della descrizione fornita dalla vittima individuavano l'autrice, volto già noto ai militari perché già denunciata per altri furti in luoghi di culto: al termine delle ricerche la donna veniva rintracciata nella sua abitazione e ritrovata col portafogli oggetto di denuncia. La refurtiva veniva restituita alla legittima proprietaria e l’autrice ristretta ai domiciliari.

A Ugento, arrestata una persona minore riconosciuta colpevole di furto aggravato, lesioni personali con circostanze aggravanti e danneggiamento per cui dovrà scontare la pena detentiva residua di un anno, 4 mesi e 10 giorni 10 di reclusione. Espletate le formalità è stata condotta presso l’istituto di detenzione minorile di Bari.

Ad Alessano, i carabinieri hanno denunciato un 54enne sottoposto ai domiciliari e dotato di braccialetto elettronico, perché, a seguito di una perquisizione, veniva sorpreso con una confezione in cellophane contenente 3,42 grammi di marijuana, un cucchiaio di cocaina, un artificio pirotecnico di rischio potenziale elevato, 6 piantine di marijuana regolarmente invasate e un bilancino di precisione. Tutto il materiale sottoposto a sequestro.

A Lizzanello, denunciato un 52enne, sottoposto ai domiciliari, ritenuto responsabile di evasione per essersi allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione.

A Martano, denunciato un 17enne straniero, ritenuto responsabile di un furto perpetrato ad aprile, quando, introdottosi all'interno dell'abitazione della denunciante, si impossessava della somma contante di 340 euro.

Controllati inoltre circa 740 veicoli e identificate 1.182 persone.

Potrebbeinteressarti