Cronaca Lecce 

Ok definitivo per il Cis: per Lecce in arrivo 51 milioni. Salvemini: «Premiato il nostro lavoro»

I progetti finanziati riguarderanno l'ex Foro Boario e le marine leccesi

Buone notizie per il Comune di Lecce: il Cis è stato approvato e per la città sono pronti 51 milioni di euro per progetti che riguarderanno il centro urbano e le marine. La soddisfazione del sindaco Carlo Salvemini: «Il lungo lavoro partito nel 2018 con l'assessore Alessandro Delli Noci è stato premiato. Lecce ha ottenuto 51 milioni di euro di finanziamenti per interventi classificati di priorità alta e immediatamente cantierabili, che – una volta realizzati – cambieranno il volto delle nostre marine e dell’area urbana. L'attesa è finita: martedì, alle 16, alla Prefettura di Brindisi siamo convocati per approvare e firmare con la Ministra per il Sud Mara Carfagna il Contratto Istituzionale di Sviluppo “Brindisi-Lecce-Costa Adriatica”- scrive il primo cittadino.  Oggi possiamo essere molto felici e orgogliosi. La visione strategica di trasformazione della città, di riqualificazione e sviluppo sostenibile delle costa è stato riconosciuta, validata, apprezzata, finanziata.

Un ringraziamento a quanti nel Comune - assessori, consiglieri, dirigenti, funzionari, consulenti - hanno contribuito a questo risultato storico. Un plauso al nostro Settore Pianificazione Strategica».


I 51 milioni di euro sono così suddivisi:

29 milioni di euro sono destinati alla realizzazione di un grande parcheggio e della stazione di sosta di bus urbani e turistici nell’area dell’ex Foro Boario. Un progetto strategico che cambierà l’organizzazione della mobilità pubblica e privata in città;

12 milioni e 770 mila euro alla spiaggia urbana di San Cataldo (con 5 milioni e 100 mila euro per la darsena, e il resto per il ridisegno e la riqualificazione dei lungomare Vespucci, Marinai d'Italia e Caboto)

6 milioni e 150 mila euro vanno ai progetti per l'ecomuseo delle bonifiche di Frigole (1 milione e 700 mila euro per l'ecomuseo e l'ex scuola rurale di Borgo Piave, 3 milioni 150 mila euro per l'approdo e 1 milione e 300 mila per le infrastrutture verdi)

3 milioni e 700 mila euro vanno a due dei progetti del Parco Naturale Abitato: l'area di Torre Chianca con il parcheggio e il concorso internazionale di progettazione per la riqualificazione delle marine di Spiaggiabella e Torre Rinalda. Così garantendo progetti e risorse a tutte le nostre cinque località costiere.


«Non è solo una buona notizia per l’intero Salento - dal nord di Brindisi al sud Salento - ma è anche un momento storico che consentirà di avere tutte le risorse economiche indispensabili per ripensare il territorio, per puntare veramente su quella vocazione turistico culturale che, se si fonda solo sulle bellezze paesaggistiche e sul patrimonio ereditato, non può decollare». Ha commentato Alessandro Delli Noci.


Potrebbeinteressarti