Società Lecce 

Bar nelle stazioni, il Tar Lecce sospende la chiusura

Fse aveva chiesto ai titolari dei bar e delle attività di ristorazione insediate all’interno delle Stazioni ferroviarie di liberare gli immobili entro metà gennaio

Il Tar Lecce sospende la chiusura dei bar collocati all’interno dei locali delle Stazioni di Ferrovie del Sud Est sino al prossimo 25 gennaio, data utile per la discussione in camera di consiglio.

Questi i fatti. Con una nota inviata durante le festività natalizie, Ferrovie del Sud Est aveva notificato a tutti i titolari dei bar e delle attività di ristorazione insediate all’interno delle locali stazioni ferroviarie di liberare gli immobili entro metà gennaio e di cessare le loro attività all’interno delle Stazioni.

Sono stati poi due titolari di attività all’interno delle stazioni (Novoli e Salice Salentino), che hanno deciso di dare battaglia e si sono così rivolte all’Avv. Francesco Fina che, nel loro interesse, ha proposto ricorso dinanzi al Tar Lecce, sostenendo l’illegittimità degli atti con cui FSE ha posto brusca fine alle concessioni di servizi senza consentire un ulteriore proroga delle attività in attesa delle nuove gare, ordinando l’immediato sgombero dei locali. Quindi con due Decreti Presidenziali, il Presidente della III Sezione del Tar Lecce, ha riconosciuto le ragioni di urgenza paventate dall’Avvocato Fina ed ha sospeso provvisoriamente le procedure di rilascio degli immobili ferroviari in attesa della camera di consiglio. “Si tratta di una buona notizia, utile per tutti coloro che esercitano la loro attività di ristorazione e bar nelle locali stazioni ferroviarie – afferma l’avvocato Fina - perché seppur provvisoriamente sospende le procedure di rilascio degli immobili in questione, consentendo ai titolari di continuare a esercitare l’attività economica”.



Potrebbeinteressarti