Cinema Lecce 

A Lecce in esclusiva regionale il docu-film “Il Nuovo Vangelo”

Presso Parco Balsamo la serata conclusiva di Tempora Contempora #2 alla presenza del protagonista della pellicola: Yvan Sagnet

Si terrà martedì 14, a Lecce, l’ultimo appuntamento di Tempora Contempora #2, la seconda edizione del Focus sui linguaggi del corpo nell’arte contemporanea. L’evento, promosso da AMA- Accademia Mediterranea dell’Attore, con la direzione artistica di Franco Ungaro, e dal Polo Biblio-Museale di Lecce, diretto da Luigi De Luca, è organizzato in partnership con la Cooperativa Sociale Arci Lecce. Partner dell’evento sono anche: Regione Puglia (Assessorato alla Cultura e al Turismo), Ministero della Cultura, Teatro Pubblico Pugliese, Eu Japan Fest, Fondazione Nuovi Mecenati ed Associazione Transparent.

L’appuntamento è presso Parco Balsamo (in via Pozzuolo), dove in esclusiva regionale sarà proiettato il docu-film “Il nuovo vangelo”, dalla regia del documentarista svizzero Milo Rau, con musiche di Vinicio Capossela e con protagonista Yvan Sagnet, ex bracciante camerunense che nel 2011 si ribellò allo sfruttamento nelle campagne del Salento e fu promotore, affiancato dal sindacato, del primo sciopero dei migranti contro il caporalato in Italia. 

 IL NUOVO VANGELO - Sinossi: Cosa predicherebbe Gesù nel 21° secolo? Chi sarebbero i suoi discepoli? E come risponderebbero gli odierni portatori di potere laico e spirituale al ritorno e alle provocazioni di uno dei profeti e rivoluzionari sociali più influenti della storia umana?

Ambientato nella città di Matera, nel sud Italia, dove sia Pasolini che Gibson hanno girato i loro leggendari film sulla vita di Gesù, il regista Milo Rau (suo il film Das Kongo Tribunal, Locarno 2017) e la sua squadra tornano alle origini del Vangelo e lo mettono in scena come un gioco di passione di un'intera civiltà.

Il protagonista del docufilm è l’attivista camerunense Yvan Sagnet, il primo Gesù nero nella storia del cinema europeo. Lui stesso bracciante per la raccolta dei pomodori, nel 2011 ha promosso il primo sciopero dei braccianti migranti nel Salento. In occasione delle riprese del film si è recato nei più grandi campi di rifugiati del Sud Italia – i cosiddetti “Ghetti”. Ed è in quei luoghi attorno a Matera che Yvan Sagnet ha trovato i suoi discepoli e dato avvio con loro alla Rivolta della Dignità.

Insieme all'attivista politico camerunese Yvan Sagnet, Rau crea una storia biblica che non potrebbe essere più attuale. Emerge un Nuovo Vangelo autenticamente politico oltre che teatrale e cinematografico per il 21° secolo. Un manifesto di solidarietà con i più poveri, una rivolta per un mondo più umano.

Un’iniziativa che ha generato una campagna politica internazionale, tuttora in corso, e una vera e propria rete per supportare, mediante raccolta fondi, le iniziative coinvolte nel film.

 L’EVENTO - La serata di martedì 14 si aprirà con un talk che, alle 20e30, precederà la proiezione del film. I critici Andrea Porcheddu e Maddalena Giovannelli intervisteranno Milo Rau, registra della pellicola; poi, in presenza, gli interventi di: Yvan Sagnet, protagonista del film, Franco Ungaro, direttore artistico di Tempora Contempora, Luigi De Luca, direttore del Polo Biblio-museale di Lecce, Anna Caputo, presidente Arci Lecce Cooperativa Sociale, e Carlo Salvemini, sindaco della Città di Lecce.

Su un grande schermo allestito per l’occasione seguirà, alle 21e30, la proiezione del film “Il Nuovo Vangelo”.

In caso di maltempo, l’evento si terrà presso il Museo Castromediano. Il biglietto d’ingresso ha un costo di 3€. L’evento si svolgerà nel rispetto della normativa anticovid vigente. La prenotazione è obbligatoria, per messaggio o per mail, ai seguenti contatti: 

tel. 3383746581, info@accademiaama.it

 

Potrebbeinteressarti