Cronaca Lecce 

Ai domiciliari rapina un uomo dopo averlo costretto a entrare nella sua abitazione

Nella scorsa notte, gli agenti in servizio presso la Questura di Lecce hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di rapina un 26enne originario di Cellino San Marco

Ai domiciliari, rapina un uomo dopo averlo costretto a entrare nella sua abitazione: nella scorsa notte, gli agenti in servizio presso la Questura di Lecce hanno tratto in arresto in flagranza per il reato di rapina A.T., 26enne originario di Cellino San Marco ma domiciliato a Lecce, già sottoposto agli arresti domiciliari per un’altra rapina commessa in viale Gallipoli lo scorso 20 luglio.

I fatti. L’uomo questa notte, affacciatosi sull’uscio della propria abitazione, ha strattonato con forza un 33enne leccese che camminava sul marciapiede lì davanti e lo ha costretto ad entrare in casa sua, dove, usando violenza, gli ha sottratto il borsello con all’interno la somma di 15 euro, somma appena incassata quale corrispettivo della prestazione lavorativa effettuata presso un esercizio pubblico.

L’aggressore, nonostante l’uomo lo implorasse di restituirgli il denaro, se ne impossessava. A quel punto il malcapitato è riuscito a scappare aprendo velocemente la porta di ingresso dell’abitazione e componendo immediatamente il numero di soccorso pubblico “113”.

Gli agenti intervenuti, conoscendo perfettamente il rapinatore, hanno operato l’arresto in flagranza di reato per rapina, sottoponendolo nuovamente agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria. 

 

Potrebbeinteressarti