Cronaca Lecce 

Pugni e botte in fila per il vaccino, interviene la polizia: denunciati due 25enni

E' accaduto ieri nell'hub vaccinale del Museo Sigismondo Castromediano. I due dovranno rispondere di interruzione di servizio

Si azzuffano mentre sono in fila per il vaccino e rimediano una denuncia per interruzione di pubblico servizio. Protagonisti due 25enni, C.E. di Lecce e C.A. di Carmiano che si trovavano presso l’Hub Vaccinale del Museo “Sigismondo Castromediano”. I due erano in attesa di entrare nell'hub vaccinale quando improvvisamente sono venuti alle mani: uno di questi ha sferrato un violento pugno al volto del secondo ragazzo, identificato in C.A. che, per tutta risposta al pugno ricevuto, si è scaraventato contro l’aggressore afferrandolo al petto rompendogli così una collana che portava al collo e trattenendo nelle sue mani anche gli occhiali da sole.

All’arrivo degli agenti delle Volanti di Polizia i due ragazzi si trovavano separati: C.E. era in attesa tra gli utenti per il vaccino, guardato a vista dal personale della protezione civile che lasciando le loro mansioni di smistamento pubblico era impegnato a tenere separati i due soggetti al fine di non farli continuare nelle loro reciproche aggressioni.

C.A. era stato portato in un altro ambiente lontano dall’ingresso dove era avvenuta l’aggressione, fatto sdraiare sopra una barella e medicato da una dottoressa, in servizio presso l’Hub Vaccinale, che anche lei aveva dovuto interrompere le sue mansioni per prestargli soccorso.

Infatti C.A. presentava un vistoso ematoma all’altezza dello zigomo sinistro medicato con del ghiaccio secco fornito dalla dottoressa dell’Hub Vaccinale.

All’interno dell’Hub tutti gli utenti erano visibilmente scossi per aver assistito alla pietosa scena messa in atto dai due giovani.

Non si conoscono i veri motivi dell’aggressione poiché, gli stessi invitati a sporgere querela, si sono riservati.  


Potrebbeinteressarti