Cronaca Lecce 

Fa attraversare il pedone ma quest'ultimo sale in auto, ruba il cellulare e chiede dei soldi

L'incredibile episodio nella notte a Lecce: il pedone è stato arrestato dalla polizia

Scene di follia a Lecce, dove gli agenti della sezione volanti della Questura, hanno arrestato un 26enne della provincia di Brindisi, domiciliato a Lecce, per tentata estorsione ai danni di un leccese. I poliziotti si sono trovati davanti ad una scena particolare che li ha insospettiti, proprio davanti all’ingresso della Questura, con il conducente di una autovettura Renault Megane arrestare la marcia e al contempo una persona abbandonare l’abitacolo della stessa auto e fuggire su viale Otranto.

Prontamente intervenuti e bloccato l’uomo che correva, sono riusciti a ricostruire quanto accaduto nei minuti immediatamente precedenti.

Il conducente dell’autovettura, un 28enne leccese, mentre percorreva viale dell’Università, notava la presenza di un uomo fermo sulle strisce pedonali. Fermatosi per consentirgli di attraversare la strada, lo notava invece aprire repentinamente lo sportello della propria autovettura e sedersi sul sedile lato passeggero.

L’uomo gli chiedeva con fare minaccioso la somma di 20 euro e, dopo aver ricevuto un diniego, gli strappava dalle mani il cellulare e continuava a perpetrare la minaccia chiedendogli la somma di denaro per poter ottenere la restituzione. Il conducente dell’autovettura, intuita la pericolosità del soggetto, proseguiva la marcia imboccando viale Gallipoli e quindi viale Otranto per raggiungere la Questura.

Qui il malfattore, vistosi braccato, apriva lo sportello dell’auto per fuggire, non prima di aver lanciato il cellulare addosso alla vittima e avergli sferrato un pugno in volto. I poliziotti hanno pertanto arrestato l’uomo per tentata estorsione e, come disposto dal pm di turno della locale Procura della Repubblica, sottoposto agli arresti domiciliari. La vittima ha riportato lesioni personali con prognosi di sette giorni.

 

Potrebbeinteressarti