Cultura Lecce 

La biblioteca di Alveare Lecce diventa «Biblioteca Donatella Grasso»

Donatella Grasso ha lavorato più di vent’anni all’Università del Salento ed è stata anima attiva di Alveare Lecce. Si è spenta a febbraio di quest'anno,

Donatella Grasso amava i libri e le parole e soprattutto condividere e confrontarsi con le altre donne coinvolgendole in percorsi di riflessione e di crescita collettiva.

Per ricordare il suo impegno e l'affetto profuso negli anni verso socie e amiche, Alveare Lecce ha deciso di dedicarle la Biblioteca di Alveare, di cui è stata ispiratrice e anima sin dall'inizio.


La targa con il suo nome è stata svelata nel corso di una commossa cerimonia all'interno della sede di Alveare in via Vecchia San Pietro in Lama alla presenza di socie, amici e familiari di Donatella che ne hanno ricordato il valore umano e intellettuale. Per l'occasione è stato anche presentato un nuovo volume che raccoglie le prime duecento schede della biblioteca, ognuna frutto di una scrittura collettiva.

La Biblioteca di Alveare è stata inaugurata nel gennaio del 2018 ed è nata grazie all'impegno di un gruppo di socie- di cui Donatella Grasso era parte attiva – con l'obiettivo di fornire attraverso i libri una “cura” ad ogni sofferenza, sintomo e disagio esistenziale.


Donatella Grasso si è spenta a febbraio di quest'anno, per più di vent’anni ha lavorato all’Università del Salento dove è stata responsabile della Biblioteca del Teatro e dello spettacolo e poi di quella del Dipartimento di Scienza dei Sistemi sociali e della Comunicazione.

Nel 1994 ha contribuito alla fondazione del Centro Studi Osservatorio Donna dell’Ateneo leccese di cui era ancora componente ed è stata presidente per anni del Comitato Pari Opportunità dell'Università del Salento. Da Presidente del CPO ha attivato una preziosa serie di convenzioni con le strutture educative per l’infanzia, nell’ambito del progetto “Bambini Estate e Bambini tutto l’anno”; ha promosso nel 2005 la prima edizione del convegno “Donne e Scienza”; ha partecipato alla stesura del primo Codice di condotta contro molestie e discriminazioni; ha fondato l’attuale nido riservato ai bambini del personale UniSalento; ha attivato la convenzione con l’ASL Lecce per lo sportello di ascolto per la prevenzione della salute per dipendenti e studenti; ideato il progetto “Libere di leggere” per la gestione di una biblioteca nella sezione femminile del carcere di Lecce “Borgo San Nicola”; contribuito a promuovere il progetto Telelab che aveva permesso l’attivazione in via sperimentale di 20 postazioni di telelavoro UniSalento e alla realizzazione dell’“Osservatorio sulla Comunicazione di Genere”.



Alveare Lecce è nato nel giugno del 2017 per iniziativa di Giovanna Foglia, già fondatrice di Alveare - Masseria Le Sciare a San Foca, di Alveare Milano e del Trust Nel Nome della Donna, fondazione di diritto inglese che sostiene progetti di libertà femminile in tutto il mondo. La sede di Alveare-Lecce è in via San Pietro in Lama.

Potrebbeinteressarti