Cronaca Gallipoli 

Gallipoli, sequestrata merce contraffatta durante la festa di S. Cristina

I controlli interforze hanno portato al sequestro di 200 bottiglie di alcolici, oltre 200 paia di scarpe, circa 80 borse e oltre 30 borsellini, tutti falsamente griffati.

In occasione dei tre giorni di festeggiamenti in onore di Santa Cristina, compatrona della città di Gallipoli, ed in considerazione del sempre crescente afflusso di turisti in città, si sono intensificati i controlli delle forze dell'ordini che hanno interessato, oltre al contrasto dello spaccio di droga, anche quello alla contraffazione della merce, il rispetto degli obblighi fiscali e la tutela dell’ordine pubblico.

Il lavoro portato avanti nei giorni scorsi dagli agenti del Commissariato e dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine, presenti sul territorio come rinforzi estivi, insieme ai militari della Guardia di Finanza di Gallipoli ha portato ai seguenti risultati:

A Baia Verde, gli agenti ed i militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato circa 200 bottiglie, tra birre e bibite varie, ed un banco artigianale posizionato all’ingresso di una nota discoteca e sanzionato i due venditori abusivi, del posto, e controllato 3 locali punti di ritrovo giovanile i cui accertamenti sono stati finalizzati anche a verificare la regolarità della licenza per lo svolgimento di intrattenimento musicale. Sono in corso ulteriori accertamenti.

Nel centralissimo Corso Roma, proprio durante l’esposizione delle varie bancherelle, i militari delle Fiamme Gialle hanno rinvenuto un notevole quantitativo di merce recante marchi contraffatti, tra cui le note case di moda Gucci, Louis Vuitton, Prada e Moncler. Nello specifico, sono stati sottoposti a sequestro, a carico di ignoti perché i venditori abusivi alla vista dei militari si sono subito dati alla fuga, rendendosi irreperibili e abbandonando tutta la merce per terra, oltre 200 paia di scarpe, circa 80 borse e oltre 30 borsellini, tutti falsamente griffati.


Potrebbeinteressarti


Armi e droga nel Campo Panareo, un arresto

In manette un giovane di origine slava naturalizzato italiano. Recuperati un kalashnikov, circa 6 kg. di marijuana, oltre 1.5 kg. di hashish, due pistole di piccolo calibro e numerosi proiettili di vario calibro.